Un Como tutto nuovo

Un Como tutto nuovo

Potrebbero essere anche sei (o sette) le novità in campo rispetto alla formazione di inizio campionato.

Per una rivoluzione servono gli uomini giusti al posto giusto. E ora, per il progetto che ha in mente Carlo Sabatini, gli uomini ci sono. Il mercato è stato indirizzato verso giocatori che possano interpretare bene il 4-3-1-2, o il 4-3-3, con cui il tecnico vorrebbe far giocare il Como. Il cambio tattico sembra imminente. Forse già sabato a Venezia, sicuramente in casa contro la Giana. E già qualcosa si è visto nelle ultime partite: la difesa a quattro dall’inizio in Coppa Italia contro il Renate, o nel secondo tempo di Como-Albinoleffe. Sono due le emergenze da risolvere: aumentare la pressione sull’avversario e far sì che il pressing porti anche qualche occasione in più. In una parola, al Como serve concretezza: «Non serve creare dieci palle gol – ha detto Sabatini -, perché nel calcio moderno si vince anche con molto meno. Ma è necessario fare di più». Possono essere anche 6 undiciesimi le novità in formazione rispetto alla formazione di inizio campioanto: Falcone, Cassetti, Marconi, Castiglia, Berardocco, Scapuzzi, più Maritato (quando ci sarà).


© RIPRODUZIONE RISERVATA