Aggressione dei pitbull  Il proprietario rischia  il sequestro dei cani
cane azzannato (Foto by Sergio Baccilieri)

Aggressione dei pitbull

Il proprietario rischia

il sequestro dei cani

Intervento dei veterinari dell’azienda sanitaria che a breve potrebbe emettere un’ordinanza specifica «Dovrà per forza utilizzare guinzaglio e museruola»

Pitbull a Luisago, adesso il proprietario rischia un’ordinanza restrittiva e se non rispetta i patti le forze dell’ordine possono anche togliergli i cani.

In paese sono arrivati i tecnici veterinari dell’Ats Insubria, hanno svolto degli accertamenti circa lo spaventoso episodio raccontato ieri da queste colonne. Una donna, Anna Marinò, a passeggio mercoledì sera con la figlia e la cagnolina, è stata aggredita da quattro pitbull senza guinzaglio tra via IV novembre e via Guanzasca. A farne le spese la piccola bastardina Joy, salva per miracolo. «Il nostro primo strumento di intervento è un’ordinanza – spiega Eraldo Oggioni, direttore del dipartimento veterinario dell’Ats Insubria – per contrastare gli episodi, anche ripetuti, di morsicatura».

Dunque? «Allora nel caso il proprietario dei cani – spiega ancora il direttore del dipartimento di veterinaria - dovrà per forza condurre gli animali con la museruola e il guinzaglio, su qualsiasi suolo pubblico, giardinetto o marciapiede, assicurandosi anche che dalla sua proprietà privata non possano uscire e nuocere a terze persone. Non solo, la persona interessata dall’ordinanza dovrà frequentare un corso per l’ottenimento di un patentino e dovrà stipulare un’assicurazione per danni eventuali. Nel caso non rispettasse l’ordinanza o avvenissero ancora episodi violenti si può arrivare al sequestro e alla messa in custodia dei cani».


© RIPRODUZIONE RISERVATA