Ascensori danneggiati per la quinta volta
Ma stavolta le telecamere funzionavano

Fino Mornasco: ennesimo vandalismo in stazione, probabilmente una protesta contro i lavori. Il sindaco: «Si danneggiano le persone deboli»

Ascensori danneggiati per la quinta volta Ma stavolta le telecamere funzionavano
L’ascensore guasto dopo l’ennesimo atto di vandalismo

Ennesimo atto vandalico tra giovedì e venerdì ai danni dell’ascensore della stazione di Fino Mornasco, ma questa volta con una importante novità: la telecamera che lo inquadra era stata appena collegata e potrebbe quindi aver ripreso il responsabile del gesto.

Fino all’altroieri, infatti, per i vandali era tutto relativamente semplice, considerando che l’occhio elettronico puntato sui due impianti era stato disattivato in concomitanza con l’inizio dei lavori: agire di notte permetteva di essere indisturbati.

Nella giornata di giovedì 24 marzo, però, i tecnici di Ferrovie Nord sono intervenuti e hanno ricollegato la telecamera, quindi attiva così come lo sono tutte le altre all’interno della stazione. Un passaggio più che necessario, se si pensa che da quando è entrata in funzione la nuova viabilità, non sembrano avere pace i due ascensori che permettono alle persone disabili o chi ne ha necessità di passare da una parte all’altra evitando le scale o il giro molto più lungo.

Uno o più individui si sono accaniti manomettendoli in vari modi: o gettando del liquido sul pannello dei comandi o colpendoli con violenza, quanto basta per mandarli in blocco e far accendere la luce di fuori servizio. Negli ultimi giorni è capitato davvero spesso, con tutti i disagi che questo comporta: la sensazione è che si tratti di un gesto mirato contro il nuovo progetto viabilistico inaugurato il 12 febbraio scorso.

Il sindaco Roberto Fornasiero: «Siamo alla quinta manomissione, ormai non so più cosa dire» ha sottolineato mentre nella precedente occasione aveva evidenziato come questi gesti siano «oltre che stupidi, particolarmente odiosi. L’ascensore è in funzione per supportare le persone deboli: serve per chi fa fatica o è impossibilitato a fare le scale. Metterlo fuori servizio significa mettere in difficoltà chi ha già problemi: fare una cosa così dimostra la propria bassezza, inqualificabile». (D. Col.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}