Balocchi, trasporti rafforzati: «Accordo su navette e posteggi»

Cernobbio Il tavolo tecnico con Como per individuare le migliori strategie. Saranno potenziati bus e battelli, messi a disposizione 1.500 posti auto

Balocchi, trasporti rafforzati: «Accordo su navette e posteggi»
Una delle edizioni della Città dei Balocchi a Como

In vista delle manifestazioni natalizie arrivano i primi dettagli sulla viabilità. Il sindaco di Cernobbio, Matteo Monti, nelle ultime ore ha spiegato quanto emerso in seguito a un incontro con il Comune di Como. L’obiettivo è quello di collaborare per evitare disagi al traffico in occasione della Città dei Balocchi a Cernobbio e delle proposte del capoluogo.

Il primo cittadino spiega che si è riunito, nella sala Giunta del Comune di Como, il tavolo tecnico incaricato di vagliare le principali strategie viabilistiche che interesseranno le manifestazioni natalizie del Comune di Como e del Comune di Cernobbio. Hanno partecipato all’incontro per il Comune di Como Enrico Colombo, assessore all’Urbanistica, Michele Cappelletti, assessore al Commercio, Ciro Di Bartolo, direttore settore Reti, Strade, Mobilità, Vincenzo Aiello, comandante direttore della Polizia locale. Per il Comune di Cernobbio erano presenti il Sindaco Matteo Monti, l’assessore al Turismo Mario Della Torre e il comandante della Polizia Locale, Stefano Miali.

Al tavolo sono intervenuti anche i funzionari dell’Agenzia per il trasporto pubblico locale, della Navigazione Laghi e dell’Asf. «Le prime strategie messe in campo dai due Comuni – spiega Monti- prevedono il rafforzamento del trasporto su gomma e su acqua nel primo bacino con corse specifiche che collegheranno i due Comuni».

«E’ prevista l’estensione dell’orario dei natanti sulla tratta Como-Tavernola-Torno e Como-Cernobbio-Torno mentre, su gomma, la linea 6 e la linea 1 saranno potenziate durante i fine settimana».

Per quanto riguarda, invece, le aree di sosta, il Comune di Cernobbio metterà a disposizione circa 1.500 posti auto lungo l’asse Cernobbio-Maslianico verso l’uscita autostradale mentre, per quanto riguarda il comune capoluogo, le aree di parcheggio in periferia di Muggiò, Camerlata (stazione interscambio), Lazzago (stazione Fnm) consentiranno la sosta di circa 900 autoveicoli ai quali si aggiungono gli stalli di sosta all’interno dell’autosilo Valmulini e nei principali autosili cittadini, con indicazione in tempo reale dei posti liberi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA