Campione, terremoto al Casinò   La Procura chiede il fallimento

Campione, terremoto al Casinò

La Procura chiede il fallimento

Presentata un’istanza per insolvenza. Il sindaco convoca i cittadini e i sindacati

La Procura di Como ha chiesto il fallimento, per insolvenza, del Casinò di Campione d’Italia. Un provvedimento clamoroso, notificato nel fine settimana agli amministratori della casa da gioco, che nell’enclave comasca sulle rive del lago di Lugano ha lo stesso effetto di uno tsunami.

A conferma dello choc, causato dall’annuncio inviato dal Tribunale di Como che la Procura aveva presentato richiesta per sollecitare il fallimento della società che gestisce la casa da gioco, nella giornata di ieri il sindaco Roberto Salmoiraghi ha distribuito a tutti i campionesi un invito presso lo stesso casinò «per comunicazioni urgenti».

L’appuntamento, che si preannuncia particolarmente caldo, è per le 12.30 nella “salone delle feste”. Una location beffarda, per una comunicazione con alto tasso di drammaticità che rischia di avere ripercussioni anche sul fronte dell’occupazione. E non è un caso se, prima dell’incontro con la popolazione, Salmoiraghi incontrerà i sindacati.


© RIPRODUZIONE RISERVATA