Casnate, vandali al parco giochi  E il Comune arruola un guardiano
La superficie antitrauma calpestata subito dopo la posa

Casnate, vandali al parco giochi

E il Comune arruola un guardiano

Sconosciuti hanno rovinato il pavimento antitrauma appena posato

«Ci tocca mettere una guardia che sorvegli l’area di cantiere al parco giochi di Bernate anche di notte, ditemi se è possibile». Sono decisamente contrariati il sindaco Fabio Bulgheroni e l’assessore ai lavori pubblici Davide Boffi per quanto accaduto nella notte tra mercoledì e giovedì al parco giochi di Bernate, recentemente ristrutturato.

I lavori sono praticamente conclusi, mancava solo un passaggio: la posa del materiale antitrauma, che necessita di temperature non particolarmente alte, prima di poter mettere a disposizione di mamme e bambini i nuovi giochi. Posa che è stata fatta mercoledì, se non fosse che qualcuno, nella notte, ha pensato bene di camminarci dentro entrando nell’area di cantiere e salire sui giochi.

Risultato: l’apertura slitta, perché bisogna rifare la gettata che, questa volta, sarà sorvegliata da una guardia. Chissà se si è trattato delle stesse persone che, qualche giorno prima, avevano lasciato su tavolo e panche del gazebo appena allestito al nuovo parco ogni genere di rifiuti: plastica, bottiglie di vetro rotte, addirittura un mazzo di carte sparpagliato a terra.

Insomma, una vera mancanza di rispetto per i soldi investiti nei lavori dal Comune (30 mila euro solo per il parchetto di Bernate, 50 mila per quello di Casnate) ancora prima che possa essere aperto al pubblico. Oltre al gazebo, sono infatti stati installati nuovi giochi e messo in sicurezza la zona.


© RIPRODUZIONE RISERVATA