Cernobbio, polemica sui posteggi gialli        Il sindaco: «Disposti a rivedere il piano»
La zona di Cernobbio 2000, qui i posteggi blu sono diventati gialli

Cernobbio, polemica sui posteggi gialli

Il sindaco: «Disposti a rivedere il piano»

Critiche della minoranza e dei negozianti per la cancellazione di diversi stalli blu. «Tanti i parcheggi vuoti di giorno». Monti: «Accettiamo proposte per risolvere i problemi»

A Cernobbio proseguono, non senza polemiche, gli interventi di realizzazione della segnaletica orizzontale per i nuovi posteggi gialli. Il sindaco Monti: «Chiedo pazienza e sono aperto a proposte migliorative». Critiche oltre che dai commercianti, anche dalla minoranza di Paolo Furgoni ee Emilia Bianchi: «Mancata visione del territorio».

A seguito del bando per l’assegnazione degli stalli numerati a residenti, addetti (cioè tutti coloro che studiano o lavorano a Cernobbio) e ospiti delle strutture ricettive aventi sede operativa a Cernobbio, alcuni commercianti ma anche i cittadini hanno manifestato qualche contrarietà, via social e in Comune, per le modalità di gestione del nuovo piano parcheggi. Con il nuovo regolamento il territorio cernobbiese, frazioni comprese, è stato suddiviso in sei zone. A seguito delle modifiche sono stati individuati 325 posti gialli.

Il primo cittadino, nella consueta lettera ai cernobbiesi del venerdì, ha parlato proprio della questione. «Si tratta di un notevole cambiamento organizzativo che ha suscitato sia consensi che malumori – spiega Monti - espressi in maniera più o meno appropriata agli uffici comunali, al soggetto incaricato della gestione del servizio e a noi amministratori».

L’articolo completo su La Provincia in edicola oggi, 24 gennaio


© RIPRODUZIONE RISERVATA