Cernobbio, ultimo saluto per “Il Gei”. Il bisnonno che prendeva tutti per la gola

Federico Soravia si è spento a 97 anni, nel 1967 ha iniziato a guidare la gelateria. «Sempre disponibile quando gli chiedevano una mano»

Cernobbio, ultimo saluto per “Il Gei”. Il bisnonno che prendeva tutti per la gola
La gelateria Gei ha “addolcito” i palati di intere generazioni

Si è spento all’età di 97 anni Federico Soravia , conosciuto da tutti come “Il Gei”. La città si stringe al dolore della famiglia per la perdita dello storico titolare della gelateria cernobbiese, ricordato da tutti con grande stima e affetto. Questa mattina, alle 11, l’ultimo saluto nella chiesa del Redentore.

Cernobbio avvolge in un caloroso abbraccio la moglie Anna e i figli Pietro, Claudio e Daniela.

Soravia, discendente di una dinastia di gelatieri, nel 1967 ha ereditato dal padre la conduzione dell’attività e ne ha gestito la trasformazione, adeguandosi ai tempi e alle esigenze del mercato, senza però tradire i capisaldi della produzione artigianale: qualità e gradimento.

Nel 1994 la responsabilità dell’azienda è passata al figlio Claudio che, nonostante il boom dei mille gusti e dei mille colori, non si è fatto tentare e ha portato avanti gli obiettivi del padre. L’attività ha chiuso nel 2020.

«Mio padre era un uomo semplice e un gran lavoratore – ricorda Claudio – si divideva tra la sua attività e la famiglia con grande dedizione. Si è sempre reso disponibile quando gli altri gli chiedevano una mano e non aveva problemi a dare consigli anche agli altri commercianti».

(Francesca Guido)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}