«Dosso troppo alto», polemica a Lipomo  La polizia locale: basta non correre
Il dosso di via IV Novembre e il cartello del limite di velocità a 30 kmh

«Dosso troppo alto», polemica a Lipomo

La polizia locale: basta non correre

Il dissuasore era stato collocato in via IV Novembre dopo una petizione dei residenti

Fa discutere il dosso collocato in via IV Novembre per ridurre la velocità dei veicoli in transito.

Secondo alcuni automobilisti sarebbe troppo alto e rischia di danneggiare i mezzi.

Il dissuasore di velocità era stato posizionato a seguito di una petizione popolare dei residenti, promossa dalla signora Antonella Niviello e sostenuta in consiglio comunale da alcuni rappresentanti della minoranza.

Tali dispositivi, secondo l’articolo 42 del codice della strada, vanno installati in strade dove la velocità eccessiva può causare situazioni di pericolo.

Nel corso dell’ultimo consiglio comunale il capogruppo di “Progetto” Beppe Novajra, che era stato un sostenitore dell’iniziativa, si è lamentato con l’assessore ai lavori pubblici, il vicesindaco Nino Princiotta, sostenendo che il dosso di 7 centimetri è troppo alto e avrebbe potuto causare danno alle auto che lo dovevano superare e andrebbe sostituito con uno più basso.

Il vice sindaco ha preso atto della lamentela e la sottoporrà all’ufficio tecnico che dovrà valutare l’eventuale sostituzione del manufatto.

«Il dosso serve a limitare la velocità degli automezzi e a garantire la sicurezza in quel punto – sostiene peraltro il comandante della polizia locale Walter Cecco - Se si rispetta il limite di velocità imposto di 30 km l’ostacolo non crea problemi».

«Ovviamente quando si posizionano questi limitatori – ha concluso il comandante – ci sono i favorevoli e i contrari. Le polemiche non mancano mai».


© RIPRODUZIONE RISERVATA