Getta i rifiuti per la strada  Incastrata dalla telecamera
I rifiuti abbandonati in via Cantaluppi ripresi dalla fototrappola

Getta i rifiuti per la strada

Incastrata dalla telecamera

Funziona a Lipomo la fototrappola collocata dai vigili: a una donna di Tavernerio un verbale di 100 euro

Non si placa il fenomeno dell’abbandono di sacchetti di rifiuti per le strade e nelle zone boschive del paese.

Altri incivili, invece di utilizzare i contenitori distribuiti dalla Service24 Ambiente, preferiscono i cestini stradali di via Cadorna vicini alla scuola primaria, a via Cantaluppi, al cimitero, al parcheggio della scuola secondaria e di altre zone del paese per disfarsi dei loro rifiuti domestici, ricolmandoli di sacchetti con pattume indifferenziato.

Per cercare di contrastare questo deprecabile fenomeno l’amministrazione comunale guidata da Alessio Cantaluppi ha incaricato la polizia locale di installare in vari punti sensibili le fototrappole.

Gli impianti di videosorveglianza posizionati dagli agenti guidati dal comandante Walter Cecco si sono rivelati molto efficaci perché hanno permesso di risalire ai responsabili di alcuni di questi comportamenti incivili, che sono stati sanzionati e invitati a ripulire le aree interessate.

L’ultimo ritrovamento di immondizia abbandonata per strada a Lipomo riguarda la via Cantaluppi e precisamente la zona dove è posizionato il cestino stradale nel parcheggio della scuola media, alle spalle della Proloco. Nel mirino della fototrappola è finita una donna di Tavernerio che passando qualche pomeriggio fa da quelle parti ha pensato bene di liberarsi di alcuni sacchi di spazzatura che aveva nel portabagagli della sua auto lasciandoli per strada.

Il controllo del filmato della telecamera di sorveglianza ha permesso di risalire alla responsabile, che è stata invitata a presentarsi negli uffici della polizia locale dove le è stata contestata l’infrazione ed è stata sanzionata con l’ammenda di 100 euro. La donna ha chiesto scusa per questo comportamento, assicurando che non si ripeterà in avvenire.


© RIPRODUZIONE RISERVATA