Grandate, lite alle medie  Spunta un coltellino
Le scuole medie di Grandate

Grandate, lite alle medie

Spunta un coltellino

Un ragazzino reagisce mostrandolo a un compagno che l’aveva punto con la matita. Entrambi dovranno andare a lezione di educazione civica

Un ragazzino di prima media che, in classe, durante un litigio, punge con la matita un suo compagno.

E l’altro che, in reazione, gli mostra il coltellino svizzero, pur senza tirar fuori la lama, con una frase tipo “Guarda qui cosa ho”: la scuola ha deciso di sospenderlo per un giorno.

Entrambi i ragazzi, ad ogni modo, sono stati sanzionati: l’uno e l’altro dovranno impegnarsi a stendere una relazione, si potrebbe dire, socialmente utile, soprattutto educativa. Il compito assegnato, come spiega la dirigente scolastica Raffaella Piatti, è di documentarsi con articoli di giornale e video recuperabili su Internet sul fenomeno dell’uso improprio e pericoloso di oggetti.

È successo alla scuola secondaria di primo grado “Luigi Carluccio”, in via Volta, durante l’ora di educazione tecnologica.

«C’è stato un momento di clima teso in classe, questi due ragazzini hanno quindi litigato in classe, come può succedere - spiega la dirigente scolastica dell’istituto comprensivo Cucciago Grandate Casnate - Uno dei due ha tirato fuori la matita, e ha punto l’altro. Che ha reagito con una frase mostrando il coltellino svizzero, regalato da un parente, non ricordo sinceramente se il nonno piuttosto che lo zio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA