«Ho pagato carissimo quel sì al telefono»  Fino Mornasco, anziana resta al buio
L’abitazione della signora Graziella al civico 27 di via Po a Fino Mornasco (Foto by Foto Butti-Pozzoni)

«Ho pagato carissimo quel sì al telefono»

Fino Mornasco, anziana resta al buio

Contratto fatto a voce. Passa al gestore Green Network dopo una frettolosa intervista, poi non paga la bolletta. Le staccano la corrente: rischia di dar fuoco alla casa

Anziana cambia il contratto dell’elettricità con una sbrigativa intervista telefonica, non paga la doppia bolletta, le staccano la corrente, lei per vedere al buio accende tante candele e rischia di dare fuoco alla casa.

Questo è il riassunto di una brutta vicenda tipica degli anni Duemila, epoca nella quale per sottoscrivere un nuovo contratto non serve una meditata firma sulla carta, ma basta un «sì» detto di fretta al telefono. È successo in via Po, a Fino Mornasco. La signora in questione si chiama Graziella e ha 75 anni.

«Questa estate mi hanno chiamato al telefono quelli di Green Network - racconta la residente finese - io non so se ho detto di sì, non ricordo con precisione, di sicuro non volevo cambiare contratto, forse ho cercato per sfinimento di chiudere la conversazione prima possibile. Erano molto insistenti, credo di averli perfino mandati al diavolo. Io comunque non ho mai firmato niente, di questo sono certa. Fatto sta che mi sono arrivate due bollette da pagare, totale 120 euro. Non è giusto: venerdì mi hanno staccato la corrente».

LEGGETE l’ampio servizio su LA PROVINCIA di MERCOLEDÌ 28 ottobre 2015


© RIPRODUZIONE RISERVATA