Pendolari bloccati a Montorfano        È tutta colpa dei semafori
Le code al semaforo di piazza Roma (Foto by Bartesaghi)

Pendolari bloccati a Montorfano

È tutta colpa dei semafori

Lamentele per le lunghe attese in piazza Roma, nella strettoia e anche tra le vie Barbavara e Molino. La polizia locale ha verificato: «I tempi sono corretti»

Quel semaforo, soprattutto alla mattina presto, ha tempi troppo lunghi. Tornano i malumori tra gli automobilisti per l’impianto della piazza, come viene denominato da tutti: quello che si trova tra Piazza Roma e via Brianza, nel cuore del paese, e che immette alla strettoia di via Como, passando proprio attraverso i caseggiati del centro storico.

Già in passato erano sorte segnalazioni e lamentele per i tempi di attesa col rosso troppo lunghi. Per di più in un budello che, in orari di punta, viene percorso da centinaia di automobilisti in entrambe le direzioni. Via Como, infatti, è inserita nel tracciato della provinciale 28, la Luisago-Senna-Lipomo: come spiegano anche dalla Polizia locale, molti per evitare incolonnamenti sulla statale Briantea, tagliano per Montorfano e tra le 7.30 e le 9 del mattino il centro della piccola Montorfano sembra il cuore di una grande città trafficata. Il semaforo è doppio e regola il flusso a senso unico alternato: la strettoia del centro paese infatti non permette fisicamente il passaggio contemporaneo dei mezzi in entrambe le direzioni.

Chi dal paese, attraverso via Brianza, va verso la piazza e da qui verso Lipomo e Como si trova due semafori: il primo all’incrocio con via Barbavara e via Molino, già al centro in passato di lamentele per i tempi lunghi: lo stesso, come conferma l’ormai ex comandante della Polizia locale, Lorena Beretta, che ha cessato l’incarico il 31 dicembre scorso, era stato monitorato e i tempi erano corretti.

Chi sale verso il centro però ha lo scoglio del semaforo della piazza. Alcuni lamentano attese anche di 15 minuti..

La minoranza, col capogruppo Francesco Frigerio, nei mesi scorsi aveva sollevato la questione in consiglio comunale: «Da tempo chiedo che si facciano verifiche, ma dalla giunta non arrivano risposte se non che tutto va bene così – commenta – Credo che una verifica sui tempi vada fatta». Dalla Polizia locale, guidata attualmente dal vicecomandante Biagio Gallo, confermano che l’altro ieri sono stati fatti controlli e che i tempi del semaforo sono corretti.

«L’attesa è di due minuti e quindi nella norma – sottolinea l’agente Enzo Bisognano – Alla mattina, proprio alle 7.30 e alle 8, sono previsti due salti del rosso, proprio per permettere di snellire più velocemente le code in centro paese. Ma l’attesa diventa di poco inferiore ai 4 minuti, sempre quindi nella norma».

Traffico e tempi snervano però gli automobilisti. Dal canto suo il sindaco, Giuliano Capuano, commenta: «I tempi devono tenere conto dello svuotamento della strettoia. Tutto è stato calibrato sui flussi: al mattino ci sono tempi più veloci per chi da via Brianza e via Cantù entra nella strettoia, alla sera invece dalla parte opposta, per chi viene da Como. Più di così non si può fare». «C’erano tempi lunghi anche su via Molino e via Barbavara - conclude - con un doppio salto del rosso. Abbiamo deciso di portare l’attesa fissa a 4 minuti».

Simone Rotunno


© RIPRODUZIONE RISERVATA