Preso dopo la rapina di un’auto   Confessa un furto da 100mila euro
Il ladro è stato preso in consegna dai carabinieri (Foto by foto archivio)

Preso dopo la rapina di un’auto

Confessa un furto da 100mila euro

Fino Mornasco Tenta il colpo in una villa di via Vittorio Veneto, bloccato dai residenti Addosso i carabinieri gli hanno trovato sessanta tra oro e orologi

Aveva 100mila euro in refurtiva, tra monili d’oro e orologi preziosi e ha tentato di rubare un’auto di un filippino. Protagonista una vecchia conoscenza della Procura, che ha tentato pure di farsi passare per un’altra persona: un comasco morto anni fa, di cui lui aveva clonato e falsificato il documento d’identità.

È finito in carcere con l’accusa di rapina impropria, furto aggravato, falsificazione di documenti e sostituzione di persona un comasco di 37 anni, bloccato nella serata di martedì mentre tentava di fuggire con una Skoda Yeti dal parco di una villa di via Vittorio Veneto, a Fino Mornasco.

A sorprendere l’uomo è stato il collaboratore domestico di una famiglia residente in una villa a ridosso del confine con il Comune di Cadorago

I dettagli su La Provincia in edicola giovedì 6 luglio


© RIPRODUZIONE RISERVATA