Resa dei conti sul Casinò di Campione  Ultimo incontro prima dei licenziamenti
Una delle proteste dei dipendenti nella scorsa estate

Resa dei conti sul Casinò di Campione

Ultimo incontro prima dei licenziamenti

Domani alle 10 in Regione il faccia a faccia tra i curatori fallimentari e i sindacati

Domani alle 10 in Regione Lombardia l’ultimo appello per i 482 dipendenti del Casinò di Campione d’Italia.

I sindacati sperano in uno slittamento delle lettere di licenziamento.

La società Casinò Spa, dichiarata fallita dai giudici del tribunale di Como il 27 luglio, ha avviato ufficialmente l’iter di licenziamento collettivo lo scorso 24 settembre e da allora più incontri tra i curatori fallimentari e i sindacati non hanno dato esito.

Il confronto di domani, lunedì 10 dicembre, sarà quello conclusivo. La posizione dei curatori fallimentari, Elisabetta Brugnoni, Sandro Litigio e Giulia Pusterla, è chiara.

«Confermiamo di procedere al licenziamento collettivo – così hanno scritto al giudice di Como Alessandro Petronzi a fine novembre – nei tempi più veloci possibili. Per consentire ai dipendenti di presentare domanda di ammissione ai crediti di stato passivo e di avvalersi del sostegno degli ammortizzatori sociali compreso il ritiro del t.f.r. Del resto non è giuridicamente possibile che la società Casino Spa, ora fallita, possa tornare in attività».


© RIPRODUZIONE RISERVATA