Che silenzio in discoteca La musica solo in cuffia  Guarda il video
Al Tag di via Piadeni la prima serata comasca dedicata al “Silent party” (Foto by pozzoni)

Che silenzio in discoteca
La musica solo in cuffia

Guarda il video

Al Tag di via Piadeni il debutto del “Silent party”
«Un esperimento riuscito, di certo lo proporremo ancora »

È stato un bel successo il Silent party di venerdì sera alla discoteca Tag di via Piadeni.

Per la prima volta a Como è sbarcato questo format che è già stato portato dagli organizzatori in varie città. Sono arrivati in tanti, per la maggior parte persone dai 24 anni in su.

Hanno ricevuto delle cuffie per sintonizzarsi sulla musica di tre deejay, con una lucina colorata ad indicare agli altri il tipo di musica. Senza le cuffie c’era silenzio nel locale, mentre le persone si divertivano in pista. Dopo qualche minuto, necessario per entrare nel meccanismo, si vedeva solo gente divertita e tanti si suggerivano musiche o canali per ballare.

«L’evento è andato bene, erano tutti molto sorridenti - dice Teo Basile, che gestisce il “Tag” con altri due soci Andrea Tagliabue e Giorgio Ronchetti - lo riproporremo di sicuro almeno un’altra volta e poi vedremo per l’estate. Abbiamo scoperto il Silent party da internet e abbiamo contattato gli organizzatori».

Lo staff di Silent party spiega che si tratta di un marchio registrato, che da quasi cinque anni portano in giro per l’Italia. Una curiosità: le origini della “silent disco” risalgono a una decina di anni fa nel contesto dei festival europei e da lì si è evoluta come festa con le cuffie, ma senza spie colorate. Fino a versioni attuali come appunto il Silent party, dove si crea anche un’interazione diversa tra persone e tutti possono vedere esaltati i propri gusti musicali. Il Tag è stato rilevato dagli attuali soci e ha riaperto nel gennaio del 2016, con l’intento di aprire come discoteca. La prima parte della stagione è stata dedicata a bar-ristorante e da ottobre è arrivata anche la licenza per locale di pubblico spettacolo. Ora è una delle due discoteche presenti in città. Tag intende proporsi al pubblico come club. Tra le proposte ci sono, solo per fare qualche esempio, musica house, Bpm, Tech house e un contest rap hip-hop ogni mese. C’è anche il ristorante, per cene, apericene e feste.


© RIPRODUZIONE RISERVATA