Chiede il reddito di cittadinanza  Ma lavorava in nero: denunciato

Chiede il reddito di cittadinanza

Ma lavorava in nero: denunciato

A Carbonate il primo caso scoperto dalla Guardia di finanza nella nostra provincia

È il primo caso in provincia, forse addirittura in tutta la Regione, di indebita presentazione di richiesta per il reddito di cittadinanza: lo hanno scoperto i militari della Guardia di finanza di Olgiate Comasco, che hanno denunciato un uomo di 40 anni.

Aveva presentato domanda all’Inps, seguendo le procedure previste, ma è bastato un semplice controllo per smascherarlo: l’uomo in realtà lavorava, seppure in nero, in un’autofficina e autolavaggio di Carbonate.

La notizia è emersa nel corso della festa delle Fiamme gialle a Como. Ora che il meccanismo è avviato, non è escluso che possano essere scoperti nuovi casi. Quello portato alla luce dai finanzieri di Olgiate risale a poche settimane fa: l’uomo, che pure versa in condizioni economiche non floride, sapeva di non poter presentare la domanda, avendo comunque una fonte di reddito, seppur non regolarmente denunciata.

Secondo quanto accertato dai militari olgiatesi, lavorava in nero dallo scorso mese di settembre. Non aveva quindi diritto a reddito, né poteva presentare la domanda. Di qui la denuncia: in caso di condanna, rischia di non poter più accedere al beneficio per i prossimi dieci anni. La denuncia è stata estesa anche al suo datore di lavoro, che rischia una semplice sanzione amministrativa.


© RIPRODUZIONE RISERVATA