Colonno, soccorso in montagna  Pensionato muore dopo dieci giorni
L’intervento del soccorso alpino in località “Prati” (Foto by Selva)

Colonno, soccorso in montagna

Pensionato muore dopo dieci giorni

Domenica 16 maggio l’addio a Ovidio Soldati colto da malore ai margini di un bosco

Non ce l’ha fatta Ovidio Soldati il pensionato di Colonno - ma residente a Como - che il 4 maggio scorso era stato ricoverato con l’elisoccorso all’ospedale di Gravedona dopo essere stato ritrovato a terra nella località montana “I Prati”, sopra il paese, dove possedeva una baita e dove si recava tutti i fine settimana. Troppo gravi le conseguenze riportate a seguito dell’emorragia celebrale accusata mentre l’uomo - classe 1934 - stava riparando la recinzione lesionata dalle incursioni dei cervi. Erano stati due residenti a individuarlo nel primo pomeriggio a terra, in stato di semi-incoscienza e con la testa insanguinata, ai margini di un bosco delimitato da noccioli. Tempestiva la macchina dei soccorsi, che aveva coinvolto oltre all’elisoccorso di Milano anche due tecnici della stazione Lario-Occidentale e Ceresio del Soccorso Alpino, saliti ai “Prati” con il quad in dotazione alla stazione. Sul posto anche i carabinieri di Tremezzina. Già nelle ore immediatamente successive al ricovero le sue condizioni erano state definite gravissime. Il suo cuore ha cessato di battere venerdì mattina. Tanti i messaggi e le manifestazioni di cordoglio giunte al figlio Mauro. Ovidio Soldati era molto legato a Colonno (Soldati è uno dei cognomi più diffusi in paese) e la sua è una delle tante storie che hanno reso il lago e le valli adiacenti zone celebri grazie all’antico mestiere dello stuccatore gessista. Una professione svolta con la passione di sempre per 46 lunghi anni. Con una particolarità, rivelata dal figlio e cioè che Ovidio Soldati aveva partecipato anche alla costruzione del grattacielo Pirelli a Milano, edificato tra il 1956 ed il 1960 e che per trent’anni ha conservato il record di edificio europeo più alto con i suoi 32 piani. Domenica 16 maggio alle 15, nella chiesa parrocchiale di San Michele a Colonno, si terrà l’ultimo saluto. Dalla chiesa il feretro procederà poi verso la cremazione.

(Marco Palumbo)


© RIPRODUZIONE RISERVATA