Como, domani mattina  con Renzi in piazza  anche cinque ministri
Como monumento alla Resistenza Europea (Foto by Pozzoni Carlo)

Como, domani mattina

con Renzi in piazza

anche cinque ministri

Domani mezzo governo alla manifestazione del Pd. Attesa anche la presidente della Camera Laura Boldrini

Domani è il giorno della manifestazione indetta dal Pd dopo l’irruzione del Veneto Fronte Skinheads a una riunione di Como Senza Frontiere, rete attiva sul fronte migranti. Il titolo scelto è emblematico: “E questo è il fiore”, verso di “Bella Ciao”.

L’appuntamento è alle 11 al monumento alla Resistenza europea. Il palco sarà posizionato di fronte, sul lungolago Mafalda di Savoia: nonostante la cautela degli organizzatori, si prevede una partecipazione consistente. Sono attesi una ventina di pullman e si registrano adesioni massicce da Piacenza, Reggio Emilia, Modena, Mantova, Brescia e Torino.

L’agenda dei big nazionali è fitta: si attende il segretario democratico Matteo Renzi, il ministro della Giustizia Andrea Orlando, della Difesa Roberta Pinotti, dell’Istruzione Valeria Fedeli, delle Politiche agricole Maurizio Martina, della Pubblica amministrazione Marianna Madia, il segretario della Cgil Susanna Camusso e il sindaco di Bergamo nonché candidato alle regionali per il Pd Giorgio Gori.

Stravolto il programma del presidio. Non esiste ancora l’ufficialità (nonostante manchino solo 24 ore) ma, dopo un pomeriggio di confronto fra i livelli nazionali e regionali del partito, i diversi interventi previsti si dovrebbero ridurre a due, quello di Annamaria Francescato, portavoce di Como Senza Frontiere, e di Laura Boldrini, presidente della Camera. Con tutta probabilità saranno inoltre lette, sempre dal palco, alcuni scritti ispirati ai valori della resistenza, contro ogni fascismo e tolleranza (che è anche lo slogan dell’iniziativa).

Hanno aderito tutti i partiti di centrosinistra, i sindacati, l’Associazione dei partigiani e altre associazioni combattentistiche. L’elenco è parecchio lungo: per citarne alcune, Acli, Arci, Auser, l’associazione Libera contro le mafie, il Forum del terzo settore e il Coordinamento comasco per la pace. Non ci saranno, a meno di cause di forza maggiore, vie chiuse. I pullman faranno scendere le persone all’area giardini: i primi 12 parcheggeranno poi in via Regina Teodolinda, gli altri in piazza d’Armi a Muggiò. L’invito, per chi arriva in macchina, è di non avventurarsi in centro. Per evitare un congestionamento eccessivo della viabilità cittadina, il Comune ha predisposto un piano per il periodo natalizio, entrato in funzione proprio ieri: i punti principali prevedono agevolazioni per chi utilizza l’autosilo Valmulini (sosta a 1 euro tutto il giorno e due biglietti del bus gratis validi per andata e ritorno), porte aperte al parcheggio di Villa Erba, più corse dei battelli, oltre a informazioni in tempo reale sui posti liberi nelle are di sosta della convalle, sfruttando i pannelli a messaggio variabile e un’applicazione per il cellulare.

Infine, per motivi di sicurezza e ordine pubblico, saranno rimossi tutti i cestini porta rifiuti, in un raggio di 200 metri dal palco della manifestazione posizionato sul lungolago Mafalda di Savoia. L’operazione sarà effettuata domani e riguarderà circa 200 cestini. Per limitare il disagio, il Comune sistemerà alcuni sacchetti trasparenti sulle paline.

© RIPRODUZIONE RISERVATA