Como: la multa al senzatetto  «Sì è allontanato da casa»
Il senzatetto mostra la multa ricevuta

Como: la multa al senzatetto

«Sì è allontanato da casa»

Sanzione di 280 euro a Pasquale 63 anni. Protesta del Pd e indignazione sui social

Indignazione sui social media, Facebook in particolare, per la multa da 280 euro (che saliranno a 400 in caso di mancato pagamento immediato) a uno storico senzatetto del centro città Pasquale, 63 anni. La sanzione da parte della Polizia per «essersi allontanato dal proprio domicilio in violazione delle restrizioni anti-Covid». Gli agenti lo hanno multato alle 21.05 di giovedì sotto i portici del liceo Volta, in pieno centro storico, dove l’uomo si era accampato.

Pur avendo formalmente un domicilio, in realtà Pasquale non ha casa e da una decina d’anni vive per strada: si mantiene chiedendo l’elemosina su un banchetto, con cartelloni che raccontano la sua storia. La multa è stata segnalata da Mattia de Marco, dei Giovani del Pd di Como.

«Questa vicenda è l’ennesimo sviluppo di una situazione, quella dei senzatetto comaschi, che arriva oggi a un picco drammatico e paradossale» denuncia. « È intollerabile che una persona che dorme per strada venga multata perché ha un domicilio solo sulla carta, quando in realtà chiama casa un giaciglio sotto a un portico».

«Chiedo al Questore di Como di ritirare la multa non solo perché nella pratica ammonta a una somma impossibile da pagare per chi è già in una condizione di grave indigenza ma perché rischia di rafforzare l’impressione che Como e le sue istituzioni non abbiano pietà per i poveri in un momento così difficile», commenta Angelo Orsenigo, consigliere regionale del PD.


© RIPRODUZIONE RISERVATA