Confindustria, 100 di questi anni  E un regalo speciale per la città
Foto di gruppo assieme ai premiati per i vertici di Confindustria Como

Confindustria, 100 di questi anni

E un regalo speciale per la città

Primo atto una mostra fotografica, in cantiere il palco a lago a Villa Erba - Premiati per i 50 anni: Renata Pozzoli e Luigi Bestetti, Maurizio Riva e Cesare Zanfrini

Le due “c” nel logo dell’associazione stanno sì, ovviamente, per Confindustria Como. Ma c’è almeno una ventina di altri possibili significati che il presidente Aram Manoukian ieri ha spiegato ai “suoi” imprenditori. C come Community. Oppure Cultura. Comuni valori. Conoscenza. Coraggio. Creatività. Ispirandosi a queste parole chiave e alla c che sta per Centenario, Confindustria ha avviato ieri il percorso di celebrazione per il suo storico traguardo.

Il primo atto è stata l’inaugurazione di una mostra fotografica nella sede di via Raimondi. Un racconto per immagini della trasformazione che ha interessato il tessuto industriale comasco nell’arco di un secolo. «Non è un autocelebrazione - ha detto Manoukian - l’obiettivo è quello di coinvolgere il più possibile i cittadini». E non è un caso se, dalla prossima primavera (la mostra resterà aperta fino a giugno 2020), parte dell’esposizione, che periodicamente verrà rinnovata, sarà trasferita all’esterno della sede. «Una mostra bomboniera - ha detto Manoukian - un segnale di apertura dell’associazione al territorio e un segnale anche ai nostri associati perché il traguardo del centenario sia percepito anche come un fattore di cambiamento».

Si tratta del primo simbolico passo di un percorso che avrà numerose altre tappe. La più significativa, o perlomeno quella con il maggiore impatto pubblico, sarà l’allestimento di una struttura a lago, nel galoppatoio di Villa Erba, pensata per ospitare spettacoli e manifestazioni culturali. Pubblicamente ieri il presidente non ne ha parlato, confermando però che il progetto «va avanti». Sul tavolo diverse opzioni progettuali, si procederà in fasi diverse, con l’idea però di lasciare una struttura permanente intorno alla quale Villa Erba, dal canto suo, sta costruendo un ambizioso e articolato piano per la valorizzazione dell’area. I tempi, va da sé non sono brevissimi. Si punta a chiudere entro la fine della prossima primavera e chissà che il palco non diventi la sede di punta di quel cartellone di eventi estivi che la città da tempo domanda.

Nello stesso giorno che ha dato avvio alla celebrazione del centenario, Confindustria ha deciso di consegnare l’onorificenza dei “50 anni di lavoro”. Sono stati quattro gli imprenditori premiati da Manoukian e dal presidente della Camera di commercio Marco Galimberti: Renata Pozzoli e Luigi Bestetti, rispettivamente presidente e consigliere delegato di Living Divani; Maurizio Riva, titolare con i fratelli Davide e Anna di Riva1920 e Cesare Zanfrini amministratore delegato di Zetacarton. Passione e amore per il lavoro, gli stessi fattori alla base di un riconoscimento, in casa, per un funzionario da 40 anni nell’associazione. Si tratta di Maurizio Moscatelli di cui il direttore, Antonello Regazzoni, ha elogiato spirito di servizio e generosità. «Il gioco di squadra tra funzionari e imprenditori è determinante» ha detto il presidente Manoukian.


© RIPRODUZIONE RISERVATA