Coronavirus, le imprese  Plexiglass per le spiagge?  Meglio i teli hi-tech
I teli ideati dalla Arrigoni

Coronavirus, le imprese

Plexiglass per le spiagge?

Meglio i teli hi-tech

Sicurezza e benessere: il materiale, trasparente e non soffocante come la plastica, è stato brevettato dalla Arrigoni di Uggiate Trevano

I tessuti di Arrigoni aiuteranno nel distanziamento sociale. È l’ultima novità per l’azienda di Uggiate Trevano, che già protegge le piante e ora tutelerà anche le persone contro il virus.

«Oggi più che mai ne abbiamo bisogno. Oggi più che mai vorremmo tornare insieme alla normalità – è lo slogan che viaggia sui social - Dalla nostra esperienza una nuova soluzione». E la soluzione, ideata dal team di ricerca, si chiama Delimita.

Come funziona

La novità è annunciata da Paolo Arrigoni. Di fronte all’emergenza coronavirus che impone di ripensare spazi e contatti, ha ideato una gamma di tessuti tecnici – si spiega - «che consentono di mantenere la giusta distanza sociale, riducono la possibilità di contagio e garantiscono il passaggio d’aria». Vengono installati a doppio strato e offrono uno spazio sicuro all’aperto: facilmente installabili, lavabili e sanificabili, garantiscono una lunga durata. E il tutto senza dimenticare un aspetto non secondario: sono eleganti, il che fa bene allo sguardo e al morale, tanto più in un periodo così delicato anche psicologicamente.

Con questi tessuti insomma, si viene a creare – sottolineano ancora alla Arrigoni - «uno spazio “privato e sicuro”, alla distanza sociale necessaria e nel rispetto dei vincoli delle aree disponibili all’esterno in parchi, spiagge, nelle riunioni all’aperto e in tutte le zone frequentate da più persone». Dunque, il primo effetto è quello della distanza, che viene assicurata. Poi c’è quello della barriera: di fatto, con il doppio strato, serve da “filtro inerziale”, capace di abbassare in maniera significativa la possibilità che gli ormai famosi droplet, con la loro carica virale, possano entrare in contatto con la gente. Si riesce a creare / uno spazio confortevole, «nel quale un buon ricambio d’aria e un movimento dell’aria senza eccessi trovano il loro equilibrio ottimale».

I luoghi

Arrigoni ha quindi lanciato questo prodotto pensando a diversi tipi di spazi esterni comuni. Dai giardini condominiali ai residence, e ancora ai parchi o le aree con i giochi per i bimbi, i percorsi salute. Non ultime le spiagge, su cui tanto si dibatte di questi tempi. Non solo, un altro luogo dove il problema va affrontato è lo spazio esterno al supermercato dove i clienti sono in coda: così si può offrire uno schermo ombreggiante.

I tessuti della gamma Delimita sono fabbricati e garantiti dal gruppo industriale italiano fondato nel 1936 e specializzato nella produzione di tessuti tecnici, gruppo che ha saputo vivere appunto un’evoluzione nel corso degli anni. In prima fila, ad esempio, nelle reti per l’agricoltura, ma anche per l’edilizia.

Anche Delimita è un progetto che nella sua filosofia ha mobilitato da diversi anni ormai il team ricerca de sviluppo. Al centro dello studio, il tema del passaggio d’aria attraverso i tessuti a rete. Quindi il principio di base è «mutuare l’esperienza dall’aria al flusso di acqua nebulizzata, di passare dalla protezione delle piante alla protezione degli uomini».


© RIPRODUZIONE RISERVATA