Doppia emergenza in montagna
L’elicottero a Valsolda e Valbrona

L’intervento del soccorso alpino. In entrambi i casi feriti non gravi

Doppia emergenza in montagna L’elicottero a Valsolda e Valbrona
La donna ferita ai Corni di Canzo agganciata al verricello per il trasferimento sull’elicottero
(Foto di Soccorso Alpino)

Pomeriggio movimentato, quello di lunedì 25 aprile, sui monti Lariani. L’elisoccorso di Como è intervenuto in due emergenze.

La prima alle 14,54 a Drano di Valsolda dove un uomo di 74 che rientrava dalla Bolgia all’altezza del ponte di Sasso, lungo il sentiero che da Puria scende a Loggio,è caduto in una scarpata. Alcuni ragazzi che passavano per caso di lì l’hanno notato là sotto, sanguinante, e hanno dato l’allarme. Sul posto sono stati inviati l’elicottero del 118 di Como e un’ambulanza della Croce Azzurra, oltre a una squadra del Soccorso alpino della stazione Lario occidentale e Ceresio.

L’uomo residente a Milano con seconda casa in Valsolda, era in stato confusionale e non ricordava affatto quel che gli era accaduto. Dopo le prime cure è stato trasportato dall’eliambulanza all’ospedale Sant’Anna di Como in codice giallo: ha subito un politrauma e le conseguenze più serie sono riferibili alla testa. Sono stati allertati anche i carabinieri della Compagnia di Menaggio.

Il secondo intervento è cominciato alle 17,20 sui Corni di Canzo nel territorio comunale di Valbrona. Una donna di 60 anni si è infortunata mentre si trovava sul sentiero n. 5, che dai Corni scende verso la Colletta dei Corni. Sono intervenuti sei tecnici del Soccorso alpino del Triangolo Lariano e la squadra del Centro del Bione. Sul posto anche l’elisoccorso di Como che ha recuperato l’infortunata con il verricello e l’ha trasportata in codice verde all’ospedale Sant’Anna di San Fermo della Battaglia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}