È il giorno del Green pass  Trasporti pubblici a rischio

È il giorno del Green pass

Trasporti pubblici a rischio

Asf, sciopero bianco: tanti autisti in ferie o in malattia

Como

In un clima di diffusa incertezza, oggi entra in vigore l’obbligatorietà del Green pass per tutti i lavoratori di ogni settore, pubblico e privato. E anche in provincia di Como, come nel resto d’Italia, ci si prepara ad affrontare qualche possibile difficoltà.

Uno dei settori a maggior rischio è quello del trasporto pubblico locale. I sindacati di Asf smentiscono, per ora, che eventuali disservizi potranno ricondursi all’eventuale assenza di autisti ma l’amministratore delegato della società conferma di essere comunque alle prese in queste ore con un numero di assenze per malattia superiore alla media dello scorso anno.

D’altra parte è quello che sta succedendo anche a Milano dove ieri - detto anche a beneficio dei tanti pendolari che si servono della metropolitana - Atm anticipava l’assenza, per la giornata odierna, di 272 lavoratori tutti sprovvisti di Green pass, rilevando altresì un aumento del 15% dei casi di malattia. Tradotto in soldoni, l’Azienda di trasporti milanese prevede una riduzione di circa il 4% del servizio di tram e filobus, che potrebbe portare a un incremento dei tempi di attesa in fermata.

Problemi analoghi, per tornare a Como e ai pendolari, in casa Trenord: da queste parti sono 55 i lavoratori - di cui 37 tra macchinisti e capitreno - che hanno comunicato di non possedere alcuna certificazione e che pertanto oggi non saranno in servizio.

Sarà interessante vedere cosa succederà anche negli uffici pubblici, a partire dal Comune di Como, dove i dipendenti entreranno da via Vittorio Emanuele tra le 7.30 e le 9.15, passando sotto le forche caudine dei dispositivi di controllo elettronico del “Qr code”. Anche a Palazzo Cernezzi si vocifera di improvvise richieste di ferie o malattie, aumentate negli ultimi giorni. Qualcosa di più si capirà oggi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA