Elicottero partito da Como  cade in Toscana: muore donna  Disperso il pilota
Elicottero (Foto by Paolo Moretti)

Elicottero partito da Como

cade in Toscana: muore donna

Disperso il pilota

Un veicolo ultraleggero, partito dalla nostra città, è precipitato nella zona della Gorgona, isola toscana al largo di Livorno: a bordo c’era una coppia russa

Un elicottero ultraleggero, partito da Como, è precipitato in mare al lago della Toscana nei pressi dellisola della Gorgona. All’interno dei rottami è stato trovato il corpo di una donna dalla età di 35 anni. Disperso l’uomo che si pensa fosse alla guida del velivolo.

A bordo dell’elicottero ultraleggero caduto questa sera davanti all’isola della Gorgona ci sarebbero state due persone, un uomo e una donna, sembra entrambi di nazionalità russa. E’ quanto si apprende da fonti dello piccolo scalo del Cinquale, nel comune di Montignoso dove l’elicottero, partito oggi da Como, aveva fatto scalo e da dove si era rialzato intorno alle 16.00, diretto in Sardegna. Risulterebbe quindi disperso l’uomo, sembra un 37enne, che sarebbe anche il proprietario del velivolo.

Il corpo della donna, liberato dai resti dell’elicottero ultraleggero, è stato recuperato. Sul posto stanno operando gli uomini della Capitaneria di porto di Livorno e i vigili del fuoco. Nella zona ha lavorato, fino a quando la luce del giorno lo ha consentito, anche un elicottero della Guardia costiera partito dalla base di Sarzana (La Spezia). Nell’area dell’incidente, appena la Capitaneria di Livorno ne ha avuto notizia, sono state dirottate anche alcune unità della marina mercantile che navigavano nella zona.

Mentre proseguono le ricerche del pilota russo disperso ieri nell’incidente aereo al largo dell’isola di Gorgona, è stato portato a termine oggi dai sommozzatori dei vigili del fuoco il recupero in mare del relitto dell’elicottero leggero caduto. La carcassa del velivolo è stata imbracata dai sommozzatori, che già ieri l’avevano subito assicurata ai palloni gonfiabili in modo da non farla affondare (nel punto il fondale è di oltre duecento metri), e infine caricata sul ponte di una unità navale dei vigili del fuoco. Ora il relitto sarà messo a disposizione dell’autorità giudiziaria, che nel frattempo ha aperto un fascicolo sull’incidente, per le indagini del caso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA