Falso profilo Facebook per adescare  Arrestato per violenza sessuale
La conferenza stampa dei carabinieri

Falso profilo Facebook per adescare

Arrestato per violenza sessuale

Fermato dai carabinieri un uomo residente nel Varesino

Diceva di chiamarsi Emanuele, e dalla foto sul suo profilo facebook, sembrava un bel ragazzo, palestrato. Invece utilizzava quella pagina per adescare le ragazze, e almeno in un caso ci è riuscito.

Così una ventenne residente in Brianza, con un handicap psichiatrico, è caduta nella trappola. L’uomo, che in realtà era un 45enne varesino e non un “baldo giovane”, si è fatto spedire delle foto osè della ragazza e poi l’ha ricattata, minacciando di rendere pubblici quegli scatti: si è fatto ricaricare una carta PostePay con circa mille euro. La giovane è stata costretta anche a rapporti sessuali che l’“Emanuele” virtuale chiedeva di avere con un suo amico. Ma quell’amico non era altro che il 45enne varesino.

I genitori della ragazza si sono insospettiti e hanno chiesto aiuto ai carabinieri: le indagini, complesse, hanno portato all’arresto dell’uomo con le accuse di estorsione e violenza sessuale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA