Gara per la piscina di viale Geno La Guardia di finanza in Comune
La piscina di viale Geno. Questa estate molto difficilmente tornerà ad ospitare atleti e bagnanti

Gara per la piscina di viale Geno
La Guardia di finanza in Comune

La Procura indaga per turbativa d’asta - Acquisiti tutti i documenti

I finanzieri del nucleo di polizia economico finanziaria di Como si sono presentati negli uffici del settore patrimonio del Comune di Como per acquisire tutti gli atti relativi alla gara per la piscina di viale Geno.

Le fiamme gialle sono state mandate a Palazzo Cernezzi dal pubblico ministero Pasquale Addesso che tormentato bando conteso da Como Nuoto e Pallanuoto Como ha aperto un fascicolo per turbativa d’asta.

Lo spunto di partenza è l’esposto-denuncia presentato dal consigliere comunale Alessandro Rapinese nelle scorse settimane (esposto che ha anche provocato ulteriori accertamenti da parte del Comune, che aveva già assegnato la struttura alla Pallanuoto Como, e ribaltato il verdetto dichiarando l’aggiudicazione alla Como Nuoto). Ma la Procura di Como non si limita ad accertare le contestazioni sollevate dall’ex candidato sindaco, bensì vuole avere un quadro completo e il più esaustivo possibile di quell’immenso pasticcio targato Palazzo Cernezzi che è stata la gara per la concessione della piscina di viale Geno.


Paolo Moretti Giornalista

© RIPRODUZIONE RISERVATA