Il Giro di Lombardia in città  Strade completamente riaperte
I corridori dopo la salita di via Bixio

Il Giro di Lombardia in città

Strade completamente riaperte

Resta chiuso solo il lungolago, off limits fino a sera. Deviazioni per i bus

AGGIORNAMENTO 17.30: strade tutte percorribili con la sola eccezione del lungolago.

AGGIORNAMENTO ore 16.50: riapertura delle strade principali, iniziando dalla zona di San Martino. Resterà chiuso fino a tarda serata il lungolago.

Il Giro di Lombardia chiude le strade di mezza Como e trasforma l’altra metà in zone da bollino rosso. La gara ciclistica, trasmessa in mondovisione (in Italia dalle 14 su Rai Sport e dalle 14.50 su Rai 2), porterà in vetrina la provincia di Como con il tradizionale arrivo sul lungolago, ma porterà anche problemi alla viabilità. Per questo dal Comune di Como hanno lanciato diversi appelli a non utilizzare l’auto nel pomeriggio di oggi, se non strettamente necessario.

Nel dettaglio il lungolago sarà dimezzato già da questa mattina, con una sola corsia aperta fino alle 13,30 quando scatterà la chiusura totale, che resterà in vigore fino alla tarda serata, quando verranno smontate tribune, insegne e transenne all’arrivo.

I disagi maggiori si avranno in ogni caso nel pomeriggio, a partire dalle 15, da quando verranno chiuse tutte le strade dove transiteranno i corridori: l’ingresso della carovana in città è previsto tra le 16 e le 16,30 (a seconda della velocità media di percorrenza) mentre l’arrivo sul lungolago sarà tra le 16.35 e le 17.15. Chiuse al traffico saranno arterie cruciali come via Torno, ma anche via Dante, via per Brunate, Rienza e ancora Briantea, Piave, Ambrosoli, Giulio Cesare, Roosevelt, la tangenziale, Santa Teresa, via Bixio, largo Ceresio, via Bellinzona, Borgovico fino a viale Rosselli, lungolago e piazza Cavour. L’orario di chiusura potrebbe variare leggermente a seconda delle previsioni più dettagliate dell’arrivo, in base alla velocità dei ciclisti in gara. Il percorso interesserà tutto il centro città: dalla Lariana i corridori saliranno verso Civiglio per poi iniziare la discesa in convalle e tornare in salita con la scalata di Monte Olimpino per il gran finale in volata verso piazza Cavour per l’arrivo. Niente Valfresca, quest’anno, poiché la strada è ancora chiusa dopo la frana della scorsa estate: i primi lavori di consolidamento non sono stati ritenuti sufficienti a garantire la sicurezza e dovranno esserne effettuati di nuovi da parte dei privati.

Per quanto riguarda i divieti di sosta, invece, sono già scattati in alcune zone mentre nelle strade interessate da passaggio della corsa già da questa mattina non sarà consentito lasciare l’auto. Infine modifiche anche alle linee degli autobus.

E domani si replica con la Gran Fondo, dedicata agli amatori con 1.500 partecipanti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA