In autostrada a 220, l’autovelox lo incastra
La Polstrada di Como si muove nell’ambito di una campagna ribattezzata “Speed” che coinvolge tutte le polizie d’Europa (Foto by archivio)

In autostrada a 220, l’autovelox lo incastra

Controlli della Polstrada tra Cadorago e Como sud, 45 multe e nove patenti ritirare in pochi minuti - Gli agenti bloccano anche un automobilista svizzero che sfrecciava verso il confine a 181 chilometri orari

È iniziato con il botto il primo dei tre servizi straordinari nell’ambito della “Settimana europea per il controllo della velocità”, denominata “Speed” e promossa dal network europeo delle polizie stradali “Tispol”.

La Polstrada di Como lunedì, tra l’autogrill di Cadorago (direzione barriera di Grandate) e la barriera di Como Sud lungo la sempre trafficata autostrada A9, ha elevato attraverso l’ autovelox 45 verbali per eccesso di velocità, 9 dei quali contestati sul posto con annesso ritiro della patente e con pesante sanzione “in dote”. Il limite di velocità è di 130 chilometri orari eppure si corre - forse anche per la conformazione in quel tratto dell’A9 - in entrambe le direzioni di marcia. Il primato spetta al conducente di una Golf con targhe italiane che è sfrecciato davanti all’autovelox a ben 222 chilometri orari. Se non è un record assoluto per l’A9 poco ci manca. Sul secondo gradino del podio è salito uno svizzero, pizzicato a bordo della sua potente Volvo a 181 chilometri orari. Un lunedì nero per entrambi, non c’è che dire.


© RIPRODUZIONE RISERVATA