Laino, ignora l’alt della Polstrada
Incidente, fuga e patente ritirata

Ticinese denunciato per resistenza. Auto sequestrata, multa di 510 euro, e -28 punti

Laino, ignora l’alt della Polstrada Incidente, fuga e patente ritirata
L’auto abbandonata dopo l’incidente a Laino

Pomeriggio da dimenticare, quello di martedì 8 marzo, per un uomo di 32 anni originario di Bergamo, ma residente a Ruvigliana (Lugano), che per oltre quattro ore ha tenuto impegnati gli agenti del distaccamento di Tremezzina della Polstrada, che alla fine l’hanno rintracciato e denunciato per resistenza a pubblico ufficiale.

Ma non solo, gli agenti gli hanno sequestrato l’auto - una Bmw X3 - nonché ritirato la patente (dopo avergli decurtato 28 punti), con ripercussioni sia sul territorio italiano - dove sarà la Prefettura di Como a procedere - sia su quello svizzero, considerato che il faldone con quanto accaduto a Laino sarà trasmesso alla sezione della Circolazione di Camorino.

Ma andiamo con ordine. Il pomeriggio da incubo del ticinese è iniziato dopo non essersi fermato all’alt della pattuglia della Polstrada, intimato poco prima della strettoia in centro paese.

L’uomo ha poi imboccato la strettoia pur in presenza del semaforo rosso, andando a sbattere contro un’auto - una Citroen C3 - che stava regolarmente percorrendo la provinciale 14. Nessuna conseguenza fortunatamente per il conducente della Citroen, un uomo di 44 anni residente a Porlezza.

Invece di fermare la propria corsa, il trentaduenne ticinese ha proseguito verso una zona boschiva abbandonando poi l’auto nel tentativo di far perdere le proprie tracce.

Subito - vista la targa ticinese - gli agenti della Polstrada hanno contattato il centro di cooperazione di polizia e doganale di Ponte Chiasso-Chiasso strada che, attraverso la sezione della Circolazione di Camorino, è poi risalita alle generalità del proprietario della vettura.

Generalità poi confermate anche dal datore di lavoro. Alla fine, l’uomo si è presentato al cospetto degli agenti, dopo che in un primo tempo - contattato telefonicamente - aveva detto di essere da tutt’altra parte.

È stato così denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e nel contempo, come detto, gli è stata ritirata la patente con annessa sanzione di 510 euro.

(Marco Palumbo)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}