Como via le erbacce   dal primo cimitero
Operai al lavoro al Monumentale (Foto by butti)

Como via le erbacce

dal primo cimitero

Dopo la nostra campagna il Comune si attiva. Quasi due mesi di nulla, ieri lavori al Monumentale

Dall’inizio di luglio nessuno ha più tagliato l’erba in tutti e nove i cimiteri cittadini, da quando è scaduta la vecchia convenzione con le cooperative e nessuno l’ha rinnovata. Peccato che non fosse stata prevista alcuna alternativa per garantire il decoro nei luoghi dove i comaschi ricordano i loro cari. Il risultato: erbacce ovunque. Sui viali, perfino a ridosso delle tombe.

Solo dopo la campagna de “La Provincia”, che ha denunciato cimitero dopo cimitero, la situazione indecorosa, il Comune si è svegliato con una soluzione temporanea messa in campo ieri mattina. Alcuni operai sono stati infatti mandati al cimitero Monumentale per iniziare a togliere le erbacce dai viali e gettare il diserbante. Verrà anche rimessa la ghiaia in diversi viali. Come aveva detto il sindaco Mario Landriscina nei giorni scorsi è stato dato seguito a «un provvedimento d’urgenza che possa permettere di intervenire almeno per ripulire i passaggi principali dalle erbacce e per liberare i vialetti». Nel dettaglio l’incarico è stato assegnato alla ditta Samoa attraverso l’ampliamento, con un contratto attuativo, del più generale “accordo quadro” delle manutenzioni stradali (che ammonta a 950mila euro). Per la sistemazione dei nove cimiteri è prevista una spesa di circa 40mila euro, ma il conteggio esatto avverrà in base al tempo effettivo di lavoro.

Ieri pomeriggio è stato effettuato un sopralluogo al Monumentale da parte dei settori competenti per definire come si procederà nei prossimi giorni. Per ora gli operai hanno iniziato dal Monumentale, dove proseguiranno anche nella giornata di oggi. Previsto l’avvio della sistemazione di Camerlata che dovrebbe andare avanti anche nei prossimi giorni. Ma sarebbero solo due cimiteri sui nove totali.

Per stabilire le priorità di intervento sugli altri sette il Comune rimanda a un nuovo sopralluogo che verrà effettuato al termine della prima tranche di lavori. Molto probabilmente si andrà a Monte Olimpino e, via via, dovranno essere sistemati tutti i cimiteri.


© RIPRODUZIONE RISERVATA