Lomazzo, in cella per terrorismo

«Incita alla guerra santa sul web»

Lomazzo, in cella per terrorismo  «Incita alla guerra santa sul web»

Blitz della poliziaArrestato un pakistano, perquisizioni nel Comasco. L’accusa: attraverso facebook invitava gli islamici al martirio

Aveva una casa a Lomazzo, dove ha abitato per diverso tempo - prima di trasferirsi a Mantova - il giovane pakistano arrestato dalla polizia con l’accusa di istigazione al terrorismo.

Gli uomini della Digos di Caltanissetta - assieme ai colleghi di Como - ieri hanno tratto in arresto (su ordine di cattura richiesto e ottenuto dalla direzione distrettuale antimafia di Caltanissetta)Muhammad Bilal, 25 anni ancora da compiere, accusato di associazione con finalità di terrorismo e istigazione alla violenza. I poliziotti hanno effettuato una perquisizione anche nell’abitazione occupata da Bilal a Lomazzo, oltre che accertamenti tra Cerro Maggiore e Piazza Armerina (Enna), luoghi frequentati nell’ultimo anno da Bilal.

Indagato a piede libero un altro cittadino extracomunitario residente a Como, che aveva contatti con Bilal.

LEGGETE l’ampio servizio su LA PROVINCIA di MERCOLEDÌ 21 ottobre 2015


© RIPRODUZIONE RISERVATA