Luci spente, ci risiamo  Passeggiata di Villa Olmo  al buio da una settimana
Niente luce lungo tutta la passeggiata Gelpi (Foto by butti)

Luci spente, ci risiamo

Passeggiata di Villa Olmo

al buio da una settimana

Fuori uso l’impianto dall’hangar alla villa. Guasti già in estate. I residenti: «Questione di sicurezza». Problemi anche in via Borgovico, San Fermo e Oltrecolle

Se via Per Cernobbio è tornata ad essere completamente accesa, il buio ha invaso la zona a qualche centinaia di metri di distanza. Tutta la passeggiata che va dall’hangar a Villa Olmo è completamente spenta.

«Nonostante le segnalazioni - racconta Gianfranco Rossetti, un nostro lettore - la passeggiata di Villa Olmo è al buio da una settimana. È soprattutto una questione di sicurezza, oltre che di incuria ordinaria». Rossetti aggiunge anche che «anche dopo diversi interventi di ripristino ci sono sempre almeno quattro o cinque lampadine bruciate su tutto l’impianto». Adesso, però, lungo la passeggiata Gelpi, la situazione è esattamente quella di alcuni mesi fa, quando il percorso pedonale era avvolto nell’oscurità. I guai, come detto, avevano interessato la zona già la scorsa estate. L’impianto lungo la passeggiata è uno dei pochissimi, in città, di proprietà del Comune e non di Enel Sole, che detiene invece il 90% dei lampioni sul territorio comunale. Adesso il problema si è ripresentato in tutta la sua gravità, tenendo conto che già alle 17.30 è buio e quindi la zona rimane senza illuminazione per un buon numero di ore.

Restano irrisolte altre segnalazioni, questa volta di competenza di Enel Sole: si tratta, nel dettaglio di alcuni lampioni di via Borgovico vecchia, all’altezza della strettoia prima dell’accesso a Villa Olmo e di un lampione in via Per San Fermo (per l’esattezza il numero 3819), spento ormai da diversi mesi in un tratto di strada pericoloso e a curve. Segnalazioni di guasti sono arrivate anche per viale Innocenzo e per via Oltrecolle.

Al buio da molto tempo, infine, anche monumenti. Su tutti la fontana di piazza Camerlata: in questo caso, il Comune aveva detto fin dall’inizio che si trattava di un problema di grosse proporzioni risolvibile con un intervento straordinario e solo dopo un progetto illuminotecnico specifico.

La maggior parte dei lampioni, come detto, è di proprietà di Enel Sole. Sono tutti contrassegnati da un numero che deve essere indicato nel momento della segnalazione del guasto (si può chiamare il numero verde attivo 24 ore su 24 800.901.050). Si possono indicare le luci non funzionanti anche all’ufficio relazioni con il pubblico del Comune (via telefono allo 031.252.222, e-mail, oppure utilizzando il formulario online pubblicato sul sito del selezionando l’Urp e indicando il numero civico più vicino al lampione guasto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA