Migranti, deputata fermata e rilasciata «Ha aiutato quattro minorenni»
Lisa Bosia Mirra (a destra con la gonna e la camicia celesti) durante un sopralluogo ai giardini a Como San Giovanni

Migranti, deputata fermata e rilasciata
«Ha aiutato quattro minorenni»

Lisa Bosia Mirra, gran consigliera del Canton Ticino, fermata dagli agenti elvetici: «Faceva da vedetta per far entrare in Svizzera quattro minorenni»

È stata rilasciata in serata, dopo «aver chiarito la sua posizione», ma resta tuttora indagata con l’accusa di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina la deputata socialista Lisa Bosia Mirra. La donna, 43 anni, è accusata di aver fatto da staffetta al volante di un’auto con targhe ticinesi a un furgone guidato da un uomo di 53 anni (lui tuttora in stato di fermo) sul quale viaggiavano quattro migranti africani minorenni provenienti dall’Italia.

La gran consigliere domiciliata nel Mendrisiotto era stata più volte a Como nelle scorse settimane e aveva anche denunciato presunte irregolarità da parte delle guardie di confine e delle autorità elvetiche nella gestione dei migranti che dal Lario tentano di entrare in Svizzera.

© RIPRODUZIONE RISERVATA