«Niente sagre, la pandemia non è finita»
Laglio, scontenta la decisione del sindaco

Il primo cittadino punta sulla prudenza: «Servono ancora misure di prevenzione». Gli organizzatori: «Altri Comuni stanno allestendo eventi, i gruppi hanno bisogno di entrate»

«Niente sagre, la pandemia non è finita» Laglio, scontenta la decisione del sindaco
Prima del Covid c’era sempre molta gente alle sagre estive nei giardini di Laglio

«La scelta di non consentire per l’anno in corso lo svolgimento delle feste ai giardini municipio è dettata esclusivamente da motivi di prudenza, stante la situazione sanitaria pandemica non ancora risolta».

Anche per quest’anno, il terzo consecutivo, Laglio dovrà rinunciare alle tradizionali sagre di paese fatte di musica, buon cibo e tanta allegria. Il sindaco Roberto Pozzi , attraverso un post sui social, ha infatti comunicato la decisione di voler mantenere «un minimo di misure precauzionali» non dando quindi il nulla osta allo svolgimento della tanto amata “estate lagliese”. Un appuntamento organizzato dalle associazioni del paese che, con il ricavato, sostengono la propria attività e si dedicano alla beneficienza.

L’articolo completo su La Provincia in edicola oggi, 14 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}