Pericolo tangenziale  In cento metri  dieci maxi-buche
La tangenziale con grandi voragini e la segnalazione del Comune

Pericolo tangenziale

In cento metri

dieci maxi-buche

In viale Innocenzo ci sono anche i cartelli . Problemi anche a Ponte Chiasso e in via Asiago. Motociclisti in difficoltà, allagata la zona di Lazzago

Sono bastati pochi giorni di maltempo a far scattare l’emergenza buche sulle strade della città. Situazione molto critica in viale Innocenzo, dove si contano almeno dieci buche pericolose nel giro di cento metri. Procedendo dalla questura in direzione lago sono tre i punti segnalati con cartelli triangolari di pericolo e limite di velocità fissato a 30 chilometri orari. Il primo all’altezza del supermercato, il secondo in corrispondenza della banca, il terzo e ultimo di fronte alla Comodepur. Sempre sul lato destro in direzione lago. La segnaletica in ognuno dei tre punti evidenzia un’area colpita da tre o quattro solchi. Non è interessata dal problema, invece, la carreggiata di senso opposto. Lì l’asfalto ha tenuto bene e non si evidenziano difficoltà per la circolazione stradale.

Per motociclisti e ciclisti anche i sassi e la ghiaia disseminati sul manto stradale possono causare incidenti e cadute. Un disagio che non ha coinvolto solo viale Innocenzo, ma anche altre zone in città. A partire dalla dogana di Ponte Chiasso in direzione Como centro su via Bellinzona ci sono buche sulla carreggiata destra. Almeno tre tombini non sono posizionati al livello della strada e questo può essere un problema anche per i pedoni che attraversano sulle strisce pedonali o per chi aspetta il bus alla fermata subito prima del confine con la Svizzera. Salendo verso Monte Olimpino l’asfalto presenta crepe e rattoppi in diverse zone, sia sulla destra sia sulla sinistra. I residenti si lamentano poi della situazione buche in via Brogeda. Qui c’è una linea continua di asfalto rifatto sovrapposta al manto stradale preesistente. Un caso molto simile in via Pasquale Paoli, dove i rattoppi dopo i lavori di posa della rete del gas creano difficoltà soprattutto quando piove. Le macchine devono rallentare per evitare di perdere aderenza con il terreno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA