«Pista mignon e pochi parcheggi»  Il Natale di Erba fa già litigare
La pista di pattinaggio installata in centro ad Erba e fonte di polemica politica. Nella foto a destra Camillo Lonardi, segretario del Pd (Foto by Bartesaghi)

«Pista mignon e pochi parcheggi»

Il Natale di Erba fa già litigare

Il Pd accusa il Comune di «non aver fatto nulla per sostenere il commercio».

E il Comune ribatte: «Iniziativa concordate con i negozianti»

«Una pista di pattinaggio mignon, pochi parcheggi in centro, nessuna iniziativa per sostenere il commercio».

A Natale manca più di una settimana, ma per il circolo erbese del Pd è già tempo di bilanci: a seguito dell’ultima riunione, a cui hanno partecipato anche rappresentanti dei Giovani Democratici, i militanti hanno elaborato una riflessione molto dura. Da Palazzo Majnoni arrivano le repliche, a partire da un punto fermo: «Il Comune non è una Pro Loco, siamo aperti a tutte le proposte».

Partiamo dalle osservazioni del Pd erbese, guidato dal segretario Camillo Lonardi. «Una pista di pattinaggio mignon, con prezzi di ingresso spropositati: questa è la proposta per il periodo natalizio che Erba ha saputo offrire. In compenso si sono ripetuti i disagi per i sempre meno numerosi frequentatori del centro città».

La riposta arriva dal presidente del consiglio comunale Matteo Redaelli, commissario cittadino di Forza Italia, che ha coordinato le iniziative. «Le critiche - premette - servono sempre per crescere. Per quanto riguarda l’ex Enel, l’opzione è stata vagliata ma il Comune avrebbe dovuto farsi carico delle spese di messa in sicurezza, assicurazione e vigilanza: una spesa difficile da sostenere con i soldi pubblici».

Per il resto, osserva Redaelli, «ricordo che il Comune non è una Pro Loco: negli anni, al di là del colore politico delle amministrazioni, si è fatta molto confusione attribuendo all’amministrazione cose che non potrebbe far per legge».


© RIPRODUZIONE RISERVATA