Porlezza, niente bus dalla Svizzera  «Così si umilia il territorio»
Studenti su un pullman dell’Asf in un giorno di scuola: proteste dall’alto lago

Porlezza, niente bus dalla Svizzera

«Così si umilia il territorio»

Porlezza-Como. L’Asf conferma il taglio della corsa che passa da Lugano. I pullman passeranno da Menaggio. La dura protesta dei sindaci della zona

Fumata nera per la corsa Porlezza - Lugano - Como utilizzata dagli studenti del Porlezzese e della Valsolda.

Come anticipato su queste colonne, l’Asf ha confermato la sua soppressione e l’ente Provincia si è limitata a pretendere un monitoraggio iniziale del nuovo servizio: «L’azienda ha valutato che la corsa alternativa comporta un disagio di 30 minuti complessivi fra andata e ritorno agli studenti di Valsolda - afferma il vicepresidente, Fiorenzo Bongiasca - Al mattino presto gli intasamenti sono evitabili e al ritorno il periodo difficile è tra aprile e la fine della scuola. Alla Provincia, purtroppo, mancano 4 milioni sul trasporto ed è impensabile riuscire a fare qualcosa in questo momento».

LEGGETE l’ampio servizio su LA PROVINCIA di GIOVEDÌ 10 settembre 2015


© RIPRODUZIONE RISERVATA