Regione, i redditi dei consiglieri  Fermi il più ricco tra i comaschi
Da sin Erba, Spelzini, Fermi, Turba e Orsenigo

Regione, i redditi dei consiglieri

Fermi il più ricco tra i comaschi

L’avvocato forzista rielettoa Milano ha dichiarato 130mila euro

Secondo Orsenigo (Pd), poi i leghisti Turba e Spelzini. Ultimo Erba (M5S)

Quanto dichiarano i consiglieri regionali comaschi? È il presidente del consiglio regionale Alessandro Fermi il più ricco tra i comaschi al Pirellone. Avvocato, l’esponente di Forza Italia ha dichiarato come imponibile 130.573 euro. Fermi è l’unico tra i cinque ad essere già stato presente in consiglio regionale e il reddito comprende quindi anche l’indennità di carica della sua attività di sottosegretario. Al secondo posto il consigliere del Pd Angelo Orsenigo, commercialista: per lui nel 2017 (quando non era ancora stato eletto consigliere) un reddito pari a 70.943 euro. Segue Fabrizio Turba, oggi sottosegretario regionale per la Lega Nord con 35.311 euro.

Penultima Gigliola Spelzini, insegnante eletta con la Lega Nord, con un reddito imponibile di 26.955 euro. Infine chiude la classifica degli esponenti comaschi al Pirellone Raffaele Erba, eletto con il Movimento 5 Stelle: per lui 14.914 euro.

Tra le curiosità, il più ricco in assoluto dell’assemblea regionale è il governatore Attilio Fontana (Lega). Avvocato, ha dichiarato 259mila euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA