Ringhiere come nuove  Al lavoro 150 volontari
Gli scout al lavoro in viale Geno per sistemare le ringhiere (Foto by foto butti)

Ringhiere come nuove

Al lavoro 150 volontari

Per Como Pulita con gli scout in viale Geno e ai giardini - E alla scuola è stato piantato un mini frutteto da genitori e studenti

Como

Tanta voglia di lavorare per sistemare due zone ad alta valenza turistica della città come viale Geno e la zona dei giardini a lago. Erano circa 150 gli scout Cngei che ieri mattina si sono presentati puntuali in piazza Volta per poi distribuirsi nelle due zone di intervento concordate con i volontari di Per Como Pulita, l’associazione che da anni ormai opera in città con l’obiettivo di migliorare il decoro urbano dalle scritte sui muri alla manutenzione di ringhiere e sottopassaggi. Il primo grande esperimento con tanti volontari al lavoro era stato quello che aveva impegnato l’associazione per ridipingere le ringhiere lungo il Cosia, a cui avevano partecipato anche diversi consiglieri comunali della passata amministrazione.

Tutti con le tute bianche, al collo il fazzoletto di appartenenza l gruppo scout e in mano carta vetrata, pennelli e smalto, si sono messi a lavorare fin dalla prima mattina e molti passanti si sono fermati ad incoraggiarli.

Contemporaneamente, a Tavernola, una seconda iniziativa promossa sempre dall’associazione che due anni fa è stata insignita dell’Abbondino d’oro, la massima onorificenza cittadina, ha visto la donazione di un frutteto alla scuola Montessori. Genitori, volontari e bambini hanno personalmente piantato gli alberi e alla mattinata hanno partecipato anche il sindaco Mario Landriscina e l’assessore all’Istruzione Angela Corengia con la presidente dell’associazione Anna Ballerini e i vertici della scuola. All’interno dell’area verde di pertinenza della scuola sono state messe a dimora undici piante di alberi da frutto. Nello specifico sono stati interrati alberelli delle seguenti varietà: ciliegio a bacca rossa, pero volpina, gelso ed un paio di varietà di frutti antichi come la yosta ed il corniolo. Già nei mesi scorsi, sempre coinvolgendo i più piccoli, era stato sistemato il giardinetto di via Anzani, dove erano stati piantati anche dei fiori.

I volontari mettono gratuitamente a disposizione il loro tempo per lavorare in favore della città e l’associazione accetta donazioni spontanee disinteressate, sia in denaro sia in materiali, in modo da dotarsi di attrezzature sempre più idonee e complete. Per chi volesse aderire all’invito e avere maggiori informazioni, può scrivere una mail a info@percomopulita.it oppure chiamare il 349. 098. 9878 (il numero serve anche per inviare segnalazioni su Whatsapp).


© RIPRODUZIONE RISERVATA