Stop ai pendolari del pieno  «La Svizzera non conviene»
Per chi ha la tessera sconto il pieno in Svizzera non è più conveniente (Foto by archivio)

Stop ai pendolari del pieno

«La Svizzera non conviene»

Con la carta sconto a Como benzina a 10 cent in meno al litro. Sulla fascia B nessuna differenza tra rifornirsi in Italia o in Canton Ticino

La carta sconto benzina funziona, fare il pieno a Chiasso non è più conveniente. Guardando i prezzi esposti dai principali distributori, ieri pomeriggio in città, la benzina al litro variava da 1,49 euro a 1,68, poco meno il diesel, da 1,46 a 1,61. Abitando entro 10 chilometri dal confine si ha diritto ad uno sconto pari a 0,23 centesimi al litro, così riporta il sito della Regione Lombardia. Dunque la benzina viene a costare a Como tra gli 1,26 euro al litro fino a 1,45. Bene, subito dopo la dogana, svoltata la curva, raggiunti i primi tre distributori di benzina di Chiasso i prezzi, esposti in euro, erano tutti fissi per la benzina a 1,36.

A conti fatti, sempre e solo scegliendo oculatamente la pompa di benzina, fare a Como il pieno con la carta sconto può convenire rispetto a Chiasso fino a 10 centesimi al litro. Più difficile fare il confronto con il diesel, perché quello proposto dai distributori svizzeri ieri era di qualità diversa, tech, un po’ più cara dunque: 1,50 al litro. La carta sconto per il diesel offre, a chi abita entro i 10 chilometri dalla frontiera, una diminuzione pari a 0,08 al litro, quindi meglio il carburante italiano, quello svizzero però promette di macinare più chilometri.

Dovendo fare il calcolo con la carta sconto di fascia B, dunque per chi risiede entro 20 chilometri dal confine, la battaglia tra la benzina di Como e la benzina di Chiasso è praticamente un pareggio. La carta offre 0,15 euro al litro di sconto, rifornendosi alle pompe comasche, ma solo a quelle più economiche, il prezzo al litro ieri costava quindi per i residenti in fascia B 1,35 contro gli 1,36 d’oltre frontiera.


© RIPRODUZIONE RISERVATA