«Tamponati da un pirata in autostrada»  Ma la Polstrada lo rintraccia: denunciato
La Peugeot 107 distrutta dopo l’incidente

«Tamponati da un pirata in autostrada»

Ma la Polstrada lo rintraccia: denunciato

Quattro giovani feriti: «Ci siamo salvati perché avevamo le cinture allacciate»

Nella notte un altro sinistro, un’auto finita contro un ostacolo tra Monte Olimpino Como Centro

Le conseguenze, per i quattro giovani di Como, sono state lievi: portati al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Anna, sono stati dimessi poche ore dopo, nella notte, con prognosi di pochi giorni.

Ma l’incidente provocato da un pirata della strada nel quale sono rimasti coinvolti nella tarda serata di venerdì due ragazze di 23 anni e due ragazzi di 25, che poco prima delle 22 di venerdì viaggiavano a bordo di una Peugeot 107 in autostrada nel tratto Como Nord-Como Centro vicino alla galleria di Quarcino, poteva avere conseguenze ben peggiori se, come racconta uno di loro, «non avessimo avuto tutti e quattro le cinture di sicurezza ben allacciate».

Un sinistro non semplice da ricostruire sulle prime, ma risolto nella giornata di ieri dalla Polstrada di Como, che è risuscita a risalire al proprietario dell’auto che ha tamponato la vettura dei quattro ragazzi, mandandola fuori strada, e che è scappato subito dopo.

«Arrivando da dietro ci ha colpito sulla corsia di destra, mentre procedevamo a velocità regolare, una botta violentissima e poi è scappato. Dopo averci colpito abbiamo iniziato a girare per cui non siamo riusciti a vedere e capire nulla» racconta uno di loro.

Attimi di paura. «Non abbiamo capito che auto fosse. Immagino però sia una vettura di taglia abbastanza grande visto le conseguenze della nostra utilitaria e della sua che è comunque riuscito a proseguire dopo il fortissimo colpo».

La 107 dei quattro giovani intanto ha terminato la carambola contro le barriere new jersey: fortuna ha voluto che altre vetture non l’abbiano colpita mentre girava su se stessa. Sono stati soccorsi dalla Croce rossa e dai Vigili del fuoco. Sul posto anche la Polizia locale di Como.

A dare una mano alla Polizia stradale nella ricostruzione di quanto avvenuto ci ha pensato un automobilista di passaggio che ha assistito allo scontro ed ha memorizzato il numero di targa del pirata: si tratta di un uomo di San Fermo della Battaglia, raggiunto ieri pomeriggio dagli agenti che lo hanno denunciato per omissione di soccorso e lesioni stradali.

Poche ore dopo si è verificato un altro incidente in autostrada, poco distante, ma sulla corsia opposta tra Como Centro e Monte Olimpino: questa volta hanno fatto tutto da sole quattro ragazze giovanissime, di cui due di 19 anni e le altre di 17: sono finite contro un ostacolo poco dopo la mezzanotte.

Anche in questo caso conseguenze lievi: sono state trasportate per accertamenti dalla Croce azzurra di Como e dalla Croce rossa di Grandate, all’ospedale Sant’Anna e a quello di Cantù e dimesse poche ore dopo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA