Tenta di accendere il fuoco con l’alcol Gravi ustioni per uno scout di 8 anni
La casa scout intitolata a don Titino in un’immagine d’archivio relativa alla sua inaugurazione

Tenta di accendere il fuoco con l’alcol
Gravi ustioni per uno scout di 8 anni

Era in vacanza con il gruppo Asi Scout di Cremona nella casa don Titino di Rebbio. È stato trasferito d’urgenza all’ospedale Buzzi di Milano, dov’è tuttora ricoverato con ustioni al volto, al torace e alle mani

Un bambino di 8 anni e mezzo di Cremona è ricoverato da ieri sera all’ospedale Buzzi di Milano nel reparto grandi ustioni, in seguito a un incidente avvenuto all’esterno della casa scout “Don Titino” di Rebbio, nel cuore della Spina Verde. Secondo quanto si è appreso, il bimbo stava partecipando a un campo organizzato dal gruppo Asi-Scout di Cremona: avrebbe tentato di attizzare un falò servendosi di una bottiglietta contenente alcol, salvo essere investito al volto, al torace e agli arti inferiori dal violento ritorno di fiamma. I responsabili del gruppo lo hanno accompagnato all’ospedale Sant’Anna con ustioni gravissime. Ieri sera dal Sant’Anna è stato trasferito al Buzzi in elicottero. Secondo l’ultimo bollettino medico, le sue condizioni sarebbero lievemente migliorate. Questa mattina, venerdì 14 giugno, il bimbo ha ripreso a respirare in autonomia, senza il sostegno di alcun tipo di apparecchiatura. In altre parole il fuoco avrebbe risparmiato le vie aeree. Resta in condizioni molto critiche, prognosi rigorosamente riservata


© RIPRODUZIONE RISERVATA