Ticosa, la bonifica va conclusa  Slitta l’apertura del parcheggio
L’enorme area dismessa tra via Grandi e via Regina

Ticosa, la bonifica va conclusa

Slitta l’apertura del parcheggio

In Comune vertice tra gli assessori sul futuro dell’area dismessa di via Grandi. Esclusa l’ipotesi di non ripulire l’ultima porzione di terreno: posti blu non prima di sei mesi

L’ottimismo del sindaco Mario Landriscina, che aveva annunciato una riapertura «a breve» del parcheggio all’ex Ticosa, nasceva da una speranza: quella di poter realizzare i posti blu senza bonificare l’ultima porzione di terreno, l’ormai famosa “cella 3”. Il sindaco, raccontano i ben informati, aveva preso contatto con i tecnici dell’Ats (ex Asl) per valutare la possibilità di procedere solo a una «messa in sicurezza», utilizzando dei teli, invece di far partire altri scavi nel sottosuolo.

Ma l’ipotesi è naufragata nelle ultime ore, tanto che ieri pomeriggio a margine della riunione di giunta si è condivisa - nell’ambito di un mini vertice dedicato proprio al futuro dell’ex tintostamperia - l'intenzione di finanziare anche l’ultima fase della bonifica. Serviranno (altri) soldi e (altro) tempo, ma non si possono correre rischi. La linea, stando alle indiscrezioni, sarebbe quella di affidare la redazione del piano a un ente pubblico e non a consulenti privati.

Slitta quindi, ed è inevitabile, la data di apertura del parcheggio nella zona dell’ex tintostamperia. Le stime più ottimistiche parlano di sei mesi di attesa, ma per concludere tutto potrebbe servire anche un anno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA