Visite, non si presentano senza avvisare  In un anno tremila casi. E ora le multe
Il Cup dell’ospedale Sant’Anna, a San Fermo

Visite, non si presentano senza avvisare

In un anno tremila casi. E ora le multe

La Regione ha introdotto sanzioni per chi non avvisa, ma per ora non vengono applicate. Fenomeno in crescita come segnalano i dati dell’Asst. Causa l’allungamento dei tempi d’attesa

In un anno più di tremila pazienti hanno prenotato una visita o un esame all’Asst Lariana e hanno dato buca senza avvisare. Dall’anno corrente l’ospedale fa pagare la prestazione sanitaria a chi non dà per tempo la disdetta. Per il pregresso, fino al 2018 occorre saldare solo un addebito forfettario pari a 25,82 euro.

Non c’è invece ancora traccia a Como delle sanzioni minacciate dalla Regione Lombardia. L’Asst Lariana conta in media ogni giorno 250 disdette, dal lunedì al venerdì, altre 17 il sabato e ancora la domenica. In totale, quasi 15mila esami saltati all’anno.

Di questi 3.153 senza preavviso da parte dei pazienti. Non è poco, anzi, è quasi una visita buca ogni quattro disdette. Questi dati, gli ultimi disponibili, fanno riferimento all’anno 2017. In corso di ultimazione i conteggi per il 2018. Per le mancate disdette fino al 31 dicembre l’azienda ospedaliera ha inviato ai cittadini che non si sono presentati all’appuntamento la richiesta del pagamento di un addebito di 25,82 euro. Dal 1° gennaio del 2019 invece viene chiesto il rimborso dell’intera somma della prestazione sanitaria. Gli ospedali, qualora il cittadino dovesse rifiutarsi di saldare il dovuto, potranno anche emettere una cartella esattoriale.

Quest’ultima novità di legge è stata introdotta dalla Regione Lombardia per combattere il diffuso malcostume che crea diverse ripercussioni negative sul sistema sanitario. Per esempio, allunga le liste d’attesa. Per i primi due mesi del 2019 però non sono state elevate sanzioni.


© RIPRODUZIONE RISERVATA