Martedì 04 Giugno 2013

L’incendio a scuola

«Cancelliamo le tracce»

L’ingresso della scuola: venerdì sarà installata la nuova scritta

Nuovo smalto alle scuole primarie Rodari, con una nuova insegna assai particolare.

L’amministrazione comunale ha stanziato 40mila euro per intervenire sul plesso scolastico in centro paese, alla chiusura della scuola verranno sistemate le aule del primo piano, la palestra e i locali che erano stati anneriti dall’incendio a gennaio. Spiega il sindaco Monica Luraschi: «Il consiglio comunale dei bambini aveva chiesto questi interventi. Tra luglio e settembre faremo interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria». Verranno tolti i rivestimenti di plastica nelle aule didattiche e nel piano interrato, basta linoleum, per realizzare zoccolature nuove con smalti lavabili. Via spigoli e angoli dalla palestra, meglio rivestimenti per la protezione e la sicurezza degli alunni.

Stessa sorte per le scatolette elettriche e per le linee in vista, verranno incassate e nascoste nelle pareti. In più una mano di bianco dove il fuoco aveva lasciato il nero durante l’ultimo incendio.

L’intervento più colorato però non sarà effettuato dagli operai, ma nasce da un’idea degli alunni. La scuola ha ancora l’intitolazione “scuola elementare”, un lavoro degli alunni sostituirà la scritta all’ingresso con “scuola primaria”, come vuole la riforma ministeriale.

«Venerdì alle 10 inaugureremo l’installazione composta da 133 piastrelle- spiega la docente Rita Beretta- Ogni piastrella è stata pensata e colorata da un alunno, l’artigiano Walter Castelnuovo ha cotto la ceramica. Le piastrelle compongono la nuova intestazione. È il frutto di un lungo lavoro di laboratorio nel quale i bambini hanno giocato con la terracotta».

La scuola Gianni Rodari avrà nuovo lustro, venerdì la nuova intitolazione darà l’occasione a tutti gli alunni di fare festa, la scuola è finita e ricomincerà il 12 settembre.

Sergio Baccilieri

© riproduzione riservata