Lunedì 12 Aprile 2010

Strega, inizia la corsa:
Vitali è fuori dai giochi

di Barbara Faverio

Sarà formalizzata mercoledì 14 aprile la squadra dei dodici autori che accedono alle fasi finali del 64/mo Premio Strega. Un'edizione che già si caratterizza per il record di candidature presentate, arrivate ai venti nomi, e che a sorpresa non schiera Andrea Vitali, sul quale convergevamo numerose aspettative alla luce de "La mamma del sole". E in questa affollata schiera di presentazioni è già spuntato un caso editoriale: quello dell'autocandidata Rosa Matteucci che corre da sola con il suo romanzo "Tutta mio padre" nel quale credono molto Antonio Tabucchi e Piero Gelli, ma che non verrà appoggiato dal suo editore, Bompiani, che in linea con la scelta del gruppo Rcs appoggia l'esordiente Silvia Avallone e il suo "Acciaio", pubblicato da Rizzoli.
Fazi, che aveva pronta una candidatura, ha invece rinunciato per appoggiare il candidato di Gems, il Gruppo Editoriale Mauri Spagnol in cui è entrato nell'ottobre scorso, che presenta "Sono comuni le cose degli amici" (Ponte alle Grazie) di Matteo Nucci.  Fanucci ha puntato tutto su un libro per ragazzi: i "Bambini nel bosco" di Beatrice Masini. Fra i dodici candidati ci sarà sicuramente Paolo Sorrentino con il suo romanzo "Hanno tutti ragione", fra i primi posti delle classifiche. Mondadori schiera invece Antonio Pennacchi e il suo "Canale Mussolini". Scendono in campo come sponsor anche i vincitori degli ultimi anni fra cui  Tiziano Scarpa che presenta con Luca Doninelli il libro di Raul Montanari "Strane cose, domani"(Baldini Castoldi Dalai) e Paolo Giordano che insieme a Fulvio Abbate sostiene "La casa" (Elliot) di Angela Bubba, 21 anni. Fra i primi editori ad annunciare la candidatura: Newton Compton con "The father - Il padrino dei padrini", saga mafiosa di Vito Bruschini. E poi Marsilio con Giacomo Lopez e il suo "Non resterà la notte", Instar con Sebastiano Mondadori e "Un anno fa domani", Sellerio con Francesco Recami e il suo "Prenditi cura di me". In lizza anche Paolo Maurensig con "La tempesta" (Morganti), Lorenzo Pavolini con "Accanto alla tigre" (Fandango) e Giuseppe Schillaci con "L'anno delle ceneri" (Nutrimenti). Prossime tappe la votazione, a giugno, per scegliere la cinquina dei finalisti e poi la proclamazione del vincitore, il 1 luglio.

v.fisogni

© riproduzione riservata

Tags