Martedì 01 Giugno 2010

In scena eroi di pezza e legno
Una rassegna per i più piccoli

È giunto al notevole traguardo della quindicesima edizione e non mostra segni di logorio. D'altra parte, non c'è da meravigliarsi, visto che il teatro di cui vuole offrire degna rappresentanza è millenario e sempre giovane. Si parla di Alla corte di Tavà, festival internazionale dedicato al teatro di figura che, come ogni anno, si appresta a colorare l'estate comasca con tanti burattini e marionette, impegnate in storie tenere o avventurose, divertenti o capaci di far riflettere, ma sempre dedicate a grandi e piccoli. Dall' 8 giugno, infatti, nello spazio intimo ma anche importante del cortile del Museo Civico Giovio, a Como, si succederanno per cinque serate (dall'8 all'11 in serie continuativa, con un'aggiunta la sera del 19 giugno, cambiando però luogo per spostarsi, come da tradizione, a Civiglio) altrettanti spettacoli che hanno per protagonisti gli eroi di pezza e di legno. Come sempre gli organizzatori del Teatro dei burattini di Como, capitanati da Dario Tognocchi hanno pensato ad un programma che rendesse omaggio alla tradizione senza dimenticare anche le scelte più raffinate che piacciano ai bambini e anche al pubblico degli adulti. La sera del debutto, alle 20.45, (orario che resterà poi in vigore per tutte le serate), ad aprire la rassegna sarà la compagnia Claudio e Consuelo Burattinarte da Pinerolo.   I due artisti porteranno in scena "Dal paese dei balocchi", uno spettacolo che sa di teatro di figura e di strada, secondo gli elementi più affascinanti di questa antica tradizione. La sera successiva torna a Como un ospite fedelissimo che gli spettatori più affezionati conoscono e accolgono sempre con piacere. Si tratta di Daniele Cortesi, con la sua compagnia, da Bergamo. In programma, c'è una farsa classica, ovvero "Gioppino e Brighella servitori malandrini". Per i bambini sarà un modo per conoscere, attraverso i burattini di Cortesi, accuratamente intagliati, il mondo delle maschere e il teatro basato su semplici ma inossidabili valori. Si procede poi, il giorno dopo, nello stesso luogo e alla stessa ora con un gruppo proveniente da Varese. Si tratta della Compagnia Danilo Turolla  che presenterà al pubblico l'allestimento "Il bastone incantato", tra magia buona, voli di fantasia, scenari capaci di incantare anche se gli effetti speciali sono artigianali e non elettronici. Da Cervia poi, l'11 giugno, ecco la compagnia di Vladimiro Strinati che metterà in scena "Burattini, fiabe e Nani", mescolando il mondo ruspante e genuino dei fantocci della tradizione a quello delle fiabe. L'ultimo appuntamento con la rassegna si terrà, come detto, il 19 giugno, a Civiglio, in occasione della festa popolare e seguitissima da tanti spettatori "Polenta e Burattini". Protagonisti saranno proprio gli organizzatori con Dario Tognocchi, il padre del Tavà, marinaio d'acqua dolce. Per l'occasione, il gruppo mette in scena "Burattini e marionette in una sera di mezza estate", per divertire e incantare come sempre avviene, tutto il pubblico. Gli spettacoli saranno ad ingresso libero.

Sara Cerrato

b.faverio

© riproduzione riservata

Tags