Venerdì 01 Ottobre 2010

A Como torna Massimo Ranieri
Per l'Aism "Perché non so nuotare"

COMO - Si rinnova, per la decima edizione, l'appuntamento con la manifestazione pro Aism sezione di Como al Teatro Sociale. Star della prima serata, il 12 novembre, l'amatissimo Massimo Ranieri mentre per il bis, il 13 novembre, è in via di definizione un cast di all star indirizzato ai giovanissimi per portare anche a loro conoscenza, con lo strumento imbattibile della musica, le problematiche legate a una malattina terribile e implacabile come la  sclerosi multipla. Canto perché non so nuotare, lo spettacolo di Ranieri, è attualmente uno dei più applauditi in Italia, ha totalizzato più di 500 repliche con un record di più di un milione di spettatori. Ma quello che torna a Como è uno show totalmente rinnovato: così ecco, con l'ironia tutta partenopea che caratterizza Ranieri, Canto perché non so nuotare... da 500 repliche. In questa edizione, scritta dall'artista assieme a Gualtiero Peirce c'è una canzone inedita e se una delle caratteristiche portanti di questa celebrazione di quaranta e più anni di musica era la presenza di un'orchestra e di un balletto, tutte sole donne, ora si aggiungono anche tre voci femminili, e le sorprese non sono finite. I biglietti per questo evento, organizzato per Aism da Gatti Promotion con la direzione artistica di Sergio Menghini, sono già in prevendita da oggi alle casse del Teatro, alla Casa del disco in via Milano, da Frigerio Dischi in via Garibaldi e in via Luini, inoltre da lunedì prossimo on line al sito www.vivaticket.it. Platea e palchi a 65 euro, gallerie parapetto a 40 euro e gallerie ranghi a 30 euro, tutti con 3 euro aggiuntivi di diritti di prevendita: l'intero ricavato sarà devoluto a favore dell'Aism sezione di Como, una realtà attiva sul territorio dal 1983,  punto di fondamentale riferimento per chi convive con la sclerosi multipla e per i loro familiari: sono circa quattrocento i soci. Dal 2001 è stata inaugurato il centro di via Paoli “che si pone sempre nuovi obiettivi da raggiungere negli ambiti di autonomia , socializzazione e riabilitazione. Nel centro - scrivono i responsabili - le persone con sclerosi multipla hanno a disposizione una palestra attrezzata e la presenza di terapisti della riabilitazione per programmi individuali e personalizzati, spazi per attività culturali e ricreative, programmi per il recupero e il reinserimento”. Tutte attività che hanno costi che iniziative come questa aiutano a sostenere (infoline: 339/24.69.108).
Alessio Brunialti

c.colmegna

© riproduzione riservata