Martedì 22 Marzo 2011

Se il corpo delle donne
fa notizia all'Università

di Laura d'Incalci

Donne oggetto, bambole siliconate dai seni enormi, veline sculettanti, comparse utili  solo a decorare contesti senza parola, senza pensiero... il video di Lorella Zanardo «Il corpo delle donne» offre un campionario sconcertante di pose, atteggiamenti, battute e slogan che inondano i programmi televisivi in qualsiasi fascia oraria. «Ma dove sono le donne?» si è chiesta la Zanardo realizzando il filmato che riprende corpi femminili umiliati, senza intelletto e identità. E la sua domanda ha scosso migliaia di giovani o meno (oltre un milione e trecentomila hanno visto il "corto" richiesto in molte scuole e divulgato anche in rete) che si sono sentiti toccati dal documentario sulla mercificazione dell'immagine femminile in tv che oggi sarà all'attenzione degli studenti dell'Università Insubria dove prenderà il via un'iniziativa promossa dalla Facoltà di Giurisprudenza dal titolo «Il corpo delle donne tradizioni e modernità» che si snoderà lungo tutto l'arco dell'anno 2011. «L'intento del corso è quello di aprire una riflessione su un tema estremamente attuale che riguarda lo svilimento della dignità femminile oggi incrementato dai media - chiarisce Barbara Pozzo docente di diritto privato comparato e promotrice dell'iniziativa -vorremmo mettere a confronto la denuncia  di messaggi che specialmente in televisione trasmettono un'immagine umiliante per le donne e i soggetti preposti a contrastare il fenomeno secondo tutte le potenzialità del nostro ordinamento giuridico». L'appuntamento di domani nell'aula magna dell'Insubria sarà aperto al coinvolgimento dei giovani delle scuole superiori del territorio, grazie alla collaborazione con Geniodonna che provvederà alla diffusione di notizie e contenuti sull'argomento e organizzerà il collegamento in videoconferenza con la sede universitaria di Varese. A partire dalle ore 10.30 interverranno vari relatori fra i quali Antonio Gambaro presidente del Giurì dell'Istituto di Autodisciplina della Pubblicità, Laura Cavallari vicepresidente del Comitato di Controllo Iap, Lorella Zanardo che, oltre alla proiezione del video da lei curato, presenterà le riflessioni raccolte nel libro con lo stesso titolo «Il corpo delle donne» (Feltrinelli) dove reazioni e riscontri suscitati dal suo provocatorio messaggio sembrano prospettare e irrobustire il desiderio di un contrattacco culturale. «Lo stesso tema del corpo delle donne in relazione al processo di emancipazione femminile sarà affrontato in altri due moduli - aggiunge Barbara Pozzo - il primo il 6 aprile riguarderà il contesto dell'India e la recrudescenza di fenomeni di  grave violazione delle donne come il "bride burning", il successivo il 25 maggio sarà dedicato all'identità femminile nel mondo islamico e alla questione del burqa tra regole tradizionali e diritti occidentali».

v.fisogni

© riproduzione riservata

Tags